lunedì 30 aprile 2012

LA NESTLE' ACQUISTA DALLA PFEIZER IL BUSINESS PER L'INFANZIA

Big Pharma e Big Food a letto insieme...



Il 23 aprile, si è appreso che la Pfizer, la piu' grande azienda farmaceutica mondiale, ha venduto il suo business della formula infanzia alla Nestlé, il gigante alimentare svizzero ee l'affare è stato di 11.85 miliardi di dollari (9 miliardi di euro). Questo "affare" mostra l'opportunità strategica per la Nestlè di rafforzare la sua impronta globale nella nutrizione per l'infanzia, specialmente a seguito della sua integrazione vittoriosa del business su larga scala per cio' che riguarda la nutrizione clinica dell'infanzia, acquistato dal gruppo Novartis AG nel 2007.

Avendo testato le acque con la nutrizione per l'infanzia dopo aver comprato cio' che è poi diventato  Pfizer Nutrition dalla Wyeth, questa ultima mossa probabilmente mette in condizioni la Pfizer di dedicare le sue risorse al suo business principale…come siamo fortunati!

domenica 29 aprile 2012

Scie chimiche, la National Health Federation: "Sono dannose"


Chi di "noi" internauti non ha mai sentito parlare del fenomeno delle "scie chimiche"? Pochi o nessuno, al di là che ognuno di noi lettori ci si creda o meno le voci che corrono nel web fra sostenitori della loro esistenza e non sono davvero moltissime e spesso e volentieri si può correre il rischio di perdersi nei meandri della rete  cercando di sbrogliare la matassa fra voci, dicerie e fatti riscontrabili. 
Il 18 Aprile 2012  però accade un fatto di fondamentale importanza, è uscito un articolo ufficiale ed è la prima volta che, attraverso il Dottore e Professore Russel L.Blaylock, un ente ufficiale si pronuncia sulle attività chimiche e sulla Geoingegneria.
Lui appartiene alla National Health Federation ed è uno stimato ricercatore e biologo nel campo delle neuroscienze. Nel suo articolo Blaylock scrive cito testualmente: "Io prego che i piloti che stanno spargendo queste sostanze pericolose comprendano appieno che stanno distruggendo la vita e la salute anche delle loro famiglie. Questo vale anche per i nostri funzionari e politici. Una volta in cui piante, suolo e le falde saranno fortemente contaminati, non ci sarà alcun modo per invertire il danno che è stato causato.

Soluzioni locali per un disordine globale.


Documentario di Coline Serreau oltre il documentario "ecologista", mostra le recenti soluzioni a un'appropriazione della catena alimentare che è una minaccia incombente oltre che per la salute e il pianeta, anche per la libertà individuale e collettiva.

La regista s'incontra in tutto il mondo con persone che implementano le proprie soluzioni ai disordini ambientali.
Incontra: Vandana Shiva, Pierre Rabhi, Lydiae Claude Bourguignon, il Movimento Lavoratori Senzaterra, Kokopelli, M. Antoniets , Ana Pradeshi, Philippe Desbrosses, Joao Pedro Stedile, serge Latouche, Devinder Sharma, Laurent Marbot, ecc.

"Con questo film, mostro che ci sono in tutto il mondo, persone che, senza saperlo, fanno la stessa cosa, che hanno la stessa filosofia di vita e le usano le stesse pratiche con la Madre Terra. Evidenzia, l'universalità di soluzioni, così come la loro semplicità, questo è il vero scopo del film."
-Coline Serrau

La regista sottolinea l'analisi e la competenza, Soprattutto cerca di dimostrare, con esempi di coltivazioni alternative dal Brasile all'India, dalla Francia all'Ucraina, che le soluzioni alternative sono sostenibili e redditizie oltre che già state attuate.
In breve, che un'economia più equa è possibile e addirittura indispensabile, in relazione a salute e principi umanitari.
La sua dimostrazione pone in rilievo una condizione femminile che sfugge anche a tante attiviste femministe.
Dimostra che c'è un divario molto significante tra il popolo e i leader. Gli OGM sono l'esempio più eclatante.
Mette in guardia la popolazione mondiale, da un problema che ha ogni giorno nel piatto, ma che non si rende conto della enorme pericolosità che rappresenta nella sua globalità. 

venerdì 27 aprile 2012

“Sgoverno MONTI”: LIBERTA’ DI PENSIERO ADDIO

di Gianni Lannes

Finale di partita o dipartita finale? Un fatto è certo: la censura totale. La libertà di pensiero non è gradita  a chi detiene il potere per conto terzi. Ora tocca ai blog: la democrazia va annichilita per sempre, tanto la popolazione italiana non reagirà mai, avranno pensato i maggiordomi dell’alta finanza e i soliti boiardi di Stato.  Al totalitarismo soft del terzo millennio imposto da un potere straniero in salsetta tricolore, non basta controllare le leve dell’economia, le forze armate, la stragrande maggioranza degli organi di informazione o ricattare i morenti partiti. Adesso che iniziano a manifestarsi i veri effetti delle manovre governative, ovvero fallimenti di massa e suicidi a catena, spunta fuori la proposta ministeriale di Paola Severino: una regolamentazione per i diari liberi che navigano su internet.

giovedì 26 aprile 2012

Osho...Non sprecare altro tempo!

"Non sono qui per fare di te una pecora. Sei già stato una pecora per troppo tempo. 

Sono qui per fare di te un essere umano. Sarà difficile, ma devi iniziare a diventare responsabile della tua vita. 

Quando inizi a sentirti responsabile della tua vita, inizi a crescere, perché non ha senso sprecare il tuo tempo nel rimandare, nell'aspettare. 

Nessuno verrà ad aiutarti, tutte le attese sono inutili, tutte le attese sono un puro spreco." 

Osho

ENI vorrebbe trivellare tutto l'Adriatico, lo Ionio ed il Tirreno

 
"Ricordate l'incidente della Bp nel Golfo del Messico?", ha detto l'amministratore delegato dell'ENI, Paolo Scaroni, in un seminario milanese a porte chiuse: "Ebbene, unica al mondo l'Italia ha risposto con una legge che impedisce lo sfruttamento di petrolio e di gas praticamente in tutti i mari italiani". Poi prosegue affermando che eliminare questi vincoli porterebbe investimenti, creazione di 70 mila nuovi posti di lavoro e 40 miliardi euro di entrate per lo Stato in 20 anni.*

AVETE LETTO BENE, è l'ultimo stadio dell'era industriale. Siamo a messaggi contraddittori dal punto di vista della logica, che fanno leva su un esasperato aziendalismo. Basta eliminare via via ogni vincolo, regola di condotta morale o limite eco-logico e l'azienda con la sua etica speciale e la sua tecnologia miracolosa è garanzia eterna di produzione di capitale, lavoro, denaro. Vorrebbero un futuro senza alcun'altra legge che l'obbligo di trasformazione del Tutto (dall'albero al giacimento di petrolio) in utili... Ricordatevi le parole di Paolo Scaroni, sono quelle su cui si è fondata e si giustificherà la distruzione naturale, culturale, sociale e pure quella economica dell'Italia. Mi chiedo se lui stesso ci crede o deve dire cose del genere per le raffinate ed etiche platee che pendono dalle sue labbra...

Moria di api in Valtellina, avvelenati oltre 300 alveari


“Con metodica precisione – si legge in una nota dell’Unione nazionale associazione apicoltori italiani (Unaapi) - anche quest’anno si registra un nuovo e diffuso avvelenamento di oltre 300 alveari, in un ampio comprensorio frutticolo della Valtellina. L’avvelenamento, non è dovuto all’uso irresponsabile di molecole chimiche di elevatissima e varia tossicità, ma è conseguente alle precise e dettagliate indicazioni dei locali servizi di assistenza tecnica agricola”.
L’insetticida neonicotinoide Imidacloprid è stato irrorato su meli in fioritura e il conseguente avvelenamento di alveari ha interessato un vasto areale, tra cui i comuni di Ponte in Valtellina, Chiuro, Tresivio, Poggiridenti, Castione Andevenno, Teglio, Postalesio.  
Secondo quanto si apprende da Unaapi, sarebbero state fornite delle indicazioni tecniche prive di attenzione precauzionale, tanto che si è verificata l’ennesima strage di api.

mercoledì 25 aprile 2012

25 Aprile 2012: la "Patria Indipendente", si come no


E' il 25 Aprile. Una festa italiana. Tutti ad onorare i partigiani, a mettere foto di belle antiche ragazze col mitra in mano, a ricordare il nonno combattente, Pertini, l'ANPI.
Ed è proprio sul sito dell'ANPI, che càpito. E scopro che i Partigiani Italiani hanno un giornale, una rivista che ha appena compiuto 60 anni e che esce ogni mese. Si chiama "Patria", anzi "Patria Indipendente".
Che parola desueta, vero? Nessuno dice più "Patria". I più anzianotti tra noi ricordano che ancora se ne faceva uso ai tempi delle elementari, quando imparavamo che il Piave mormorava e la bandiera dai tre colori è sempre stata la più bella. C'era una pianista in tutte le scuole, assunta apposta per accompagnare i nostri cori patriottici e popolari di infanti stonati. Oggi i pianisti stanno al call center, e a scuola si canta poco. Sicuramente non si cantano il Piave o Bella Ciao.
Bella Ciao è diventata una canzone sovversiva da attenzionati, e "Patria" appannaggio di qualche fascistoide nostalgico di Casapound.
Beh: ricordate allora che i Partigiani hanno un giornale che si chiama "Patria", quindi non l'hanno affatto ceduta a Casapound.

PoesiAmo...Festa d'Aprile





Morimmo, ma non piangete
Perché noi non amammo mai le lacrime
E non lo abbiamo fatto perché voi piangeste
 
Certo morimmo, ma non fummo noi a glorificare la morte
A noi piaceva il canto ed amavamo l’amore
Il vino…e le feste sull’aia, il ballo ed il vento
Il sole…i frutti rossi, le notti insonni
 
Noi mai incrociammo ossa né disegnammo teschi
Noi non alzammo mai pugnali al cielo
 
Amavamo la vita, sacrificammo tutto a quell’amore
Perché dopo noi sorgesse il sole
Perché rideste ancora e poi cantaste
 
Morimmo, ma questa nostra morte fu sale e seme
Ed acqua e tutto quanto è bello e buono
 
Certo, morimmo, ma voi cantate…grazie!
Chè a noi piaceva il canto

martedì 24 aprile 2012

L’insostenibile pesantezza degli esseri umani. Nuovo mais Ogm, storia surreale

di Maria Ferdinanda Piva

La storia del nuovo mais Ogm in procinto di essere approvato negli Usa è surreale ed emblematica del modo in cui gli esseri umani tentano di correggere la loro insostenibile pesantezza: ovvero con una dose da cavallo di insostenibilità.
Ricordate l’imbarazzante invasione di super erbacce nei campi americani? Le infestanti ormai si fanno un baffo del diserbante Roundup, il cui uso è abbinato alla semina delle “vecchie” colture Ogm ingegnerizzate per superare indenni un trattamento in grado (teoricamente) di stecchire ogni vegetale.
Ebbene, ora pare che abbiano trovato il modo per eliminare le super erbacce. Non la rotazione delle colture – pratica antichissima quanto efficace – bensì un nuovo mais Ogm resistente non più al Roundup ma ad un diserbante ancor più potente: il 2,4-D, uno degli ingredienti del micidiale Agente Arancio impiegato dagli Usa nella guerra del Vietnam.

India. Mulai, da solo crea una foresta di 550 ettari

Con le sue sole forze, Jadav 'Mulai' Payeng, nativo indiano, ha trasformato un esteso banco di sabbia lungo le rive del fiume Brahmaputra in una rigogliosa foresta di 550 ettari. Nel corso di trent'anni una zona sterile è stata invasa da una grande biodiversità di flora e fauna selvatiche, comprese specie in via di estinzione.

 

jadav mulai payeng

Il Cambiamento   

di Laura Pavesi  

 

Jadav 'Mulai' Payeng ha trasformato un esteso banco di sabbia lungo le rive del fiume indiano Brahmaputra in una rigogliosa foresta di 550 ettari

Jadav 'Mulai' Payeng è il protagonista di una storia che ha dell’incredibile: da solo ha trasformato un esteso banco di sabbia lungo le rive del fiume indiano Brahmaputra in una rigogliosa foresta. Payeng, nativo del Distretto di Jorhat (nello Stato nord-orientale di Assam) e noto tra la popolazione locale come 'Mulai', nell’arco di 30 anni è riuscito a rimboschire una superficie di circa 550 ettari.

lunedì 23 aprile 2012

Signs Out of Time - Marija Gimbutas En-Ita completo


Noi oggi abbiamo la possibilità di conoscere Gimbutas attraverso la visione di materiali autentici che riguardano sia la sua vita che il suo lavoro.
Grazie al film Signs out of time, che è stato realizzato -- attraverso l'autofinanziamento - da un gruppo di amiche e compagne di strada di Marija Gimbutas, per ricordarla a dieci anni dalla sua morte. Un altro gruppo di donne, dell'Associazione bolognese Armonie, che ha realizzato negli ultimi anni due grandi convegni sulle tematiche e gli studi attinenti al tema della "Dea", lo ha sottotitolato quasi artigianalmente.
Ricostruisce la personalità di Marija Gimbutas e il suo lavoro di una vita, tutta dedicata allo studio dell'Antica Europa, e che ha provocato un vero e proprio terremoto -- ancora oggi non da tutti accettato (per esempio, nei libri di scuola, che continuano imperterriti con le storie di sempre sulle nostre origini).

domenica 22 aprile 2012

Cambia prospettiva...vivi! - Osho

"La mia idea di paradiso non è lontana dalla terra. Il paradiso è qui, tu devi soltanto sapere come viverci. 
Anche l’inferno è qui, e questo sai benissimo come viverlo. Si tratta solo di cambiare la tua prospettiva, il tuo approccio nei confronti della vita. La terra è bellissima. 
Se inizi a vivere la sua bellezza, a goderti le sue gioie senza sensi di colpa nel cuore, sei in paradiso. 
Se condanni tutto, ogni più piccola gioia, se diventi uno che condanna, uno che avvelena, la stessa terra diventa un inferno, ma solo per te. 

Dipende da te dove vivere, si tratta di una trasformazione interiore. 

Non è un cambio di posto, è un cambio di spazio interiore. 

Vivi gioiosamente, senza sensi di colpa, vivi totalmente, vivi intensamente. 
E allora il paradiso non sarà più un concetto metafisico, sarà la tua esperienza personale."

Osho -The Book of Wisdom # 11 Q. 4

What the bleep do we know? (Italiano)


Ma che ..bip.. sappiamo veramente!? è un documentario sorprendente. Con l'aiuto di oltre una dozzina di scienziati sperimentali e teorici, esso vi guida attraverso lo specchio della fisica quantistica all'interno di un universo che è più bizzarro e vivo di quanto si sia mai immaginato. E poi vi conduce ancora oltre, ai margini estremi della nostra conoscenza scientifica della coscienza, della percezione, della chimica del corpo e della struttura cerebrale. Di che cos'è fatto un pensiero? Di che cos'è fatta la realtà? E soprattutto, come può un pensiero modificare la natura della realtà?

Illuminazione

L'unica differenza fra un illuminato e un 

uomo comune è che il primo sa di essere un 

illuminato e il secondo non lo sa.

Hui-neng 

La Finanza non Esiste

di Gianpaolo Marcucci

L’economia, ovvero la gestione razionale delle risorse, esiste, è un fatto, un qualcosa di reale. Ma, quando oggi parliamo di economia, cosa intendiamo? Quando vediamo i media parlare di spread,  di bot, di mercati finanziari; quando sentiamo esperti, professori e giornalisti riempirsi la bocca di formule matematiche incomprensibili a sostegno di fantomatici modelli di crescita, siamo proprio sicuri che stiamo parlando di qualcosa che riguarda la gestione razionale delle risorse del pianeta?
L’articolo 25 della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo recita così: “Ogni individuo ha il diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con particolare riguardo all'alimentazione, al vestiario, all'abitazione, e alle cure mediche e ai servizi sociali necessari, ed ha diritto alla sicurezza in caso di disoccupazione, malattia, invalidità vedovanza, vecchiaia o in ogni altro caso di perdita dei mezzi di sussistenza per circostanze indipendenti dalla sua volontà.” Tuttavia oggi è universalmente risaputo che se un uomo non possiede sufficiente denaro non può assolutamente nutrirsi ne avere una casa o curarsi in maniera adeguata. L’unica legge che governa il mondo oggi e che permette di decidere chi può morire di fame e chi di obesità è solo la legge del profitto.

sabato 21 aprile 2012

CURE LETALI

di Gianni Lannes

Sciroppi all’antigelo, antibiotici senza principi attivi, falsi viagra e pseudo antiretrovirali per l’Hiv. Ogni dieci farmaci uno è fasullo. Radiografia del mercato ufficiale e clandestino che mette a rischio anche l’Italia
Di farmaci fasulli, privi dei principi attivi o inquinati da sostanze nocive, confezionati senza rispetto per gli esseri umani e per l’ambiente, ci si ammala. E spesso si muore. Lo attestano le cronache correnti.
Quasi tremila persone stroncate in Nigeria da una meningite dopo l’inoculazione di vaccini contraffatti; 30 bambini uccisi in India da uno sciroppo per la tosse che conteneva antigelo invece che paracetamolo. Senza contare le silenti e incalcolabili scomparse di chi nel Sud-est asiatico con uno dei 40 antimalarici in commercio senza principi attivi. Per l’Organizzazione mondiale della Sanità la quantità di medicinali falsi presenti sul mercato mondiale varia dal 7 al 10 per cento: uno su dieci è fasullo. E la tendenza tende lievitare. Infatti, in un anno i farmaci artefatti sono aumentati del 40 per cento, per un volume d’affari di circa due miliardi di dollari.

Carni trattate con monossido di carbonio, ecco come si trasformano

Un trattamento nocivo per la salute dei consumatori, che allunga sensibilmente i tempi di conservazione e conferisce al prodotto un aspetto migliore, tipico della carne fresca.

 


Riportiamo di seguito i risultati dell'indagine analitica sul trattamento illecito delle carni con monossido di carbonio. Si tratta di uno studio realizzato da Marco Vincenti e Marco Pazzi del Dipartimento di Chimica Analitica, Università degli Studi di Parma.

Il monossido di carbonio introdotto illecitamente nelle confezioni sigillate di carne si ripartisce nel tempo per reazione con i tessuti muscolari superficiali della carne, per formare la carbossimioglobina, assai più stabile (25 volte) dell'ossimioglobina. Col trascorrere del tempo dal momento della macellazione (o dallo scongelamento) l'ossimioglobina si ossida per formare metamioglobina. Analogo processo avviene per la carbossimioglobina, se viene rimossa l'atmosfera di monossido di carbonio.

venerdì 20 aprile 2012

La "Melma Rosa", scandalo alimentare negli Usa

Una poltiglia rosa a bassissimo costo usata per aumentare il volume della carne macinata 

tratto da: Cado in Piedi 

Si chiama Pink Slime, "melma rosa". E' una specie di poltiglia rosa a bassissimo costo, usata per aumentare il volume della carne macinata per hamburger, wurstel, salsicce, etc. 
E' stata la ABC News a diffondere la notizia alla fine di marzo, raccontando ai consumatori americani che il 70% della carne macinata venduta negli States contiene Pink slime a loro insaputa. E' questo ciò che riporta il sito GreenMe
Questo particolare composto è fatto di cartilagini, tendini e altri tessuti connettivi. Il tutto viene triturato, irrorato con ammoniaca, condito con aromi artificiali e, infine, congelato.
Uno dei maggiori produttori di "melma rosa" è la Beef Product Inc, che vende il suo prelibato composto ai maggiori produttori di carne, come McDonald's e Burger King. Tutto regolare, visto che per il ministero dell'Agricoltura statunitense, la carne disinfettata con ammoniaca è commestibile per gli esseri umani.

Goldmann Sachs finanzia la prostituzione di minori


L’informazione non proviene da un sito alternativo, bensì dal “New York Times” di questo sabato e con la firma d’un rinomato giornalista, Nicholas D. Kristof.
Scrive quest’ultimo: “La più grande piattaforma per il traffico sessuale di giovani ragazze minorenni statunitensi pare essere un sito Internet chiamato Backpage.com”, un sito che gestisce gli annunci di prostitute [escort]. Ma, scrive ancora Kristof, il sito ha importante parte in causa nella prostituzione minorile. Il giornalista riferisce di numerosi interventi giudiziari e parlamentari e parla segnatamente di un’indagine giudiziaria in corso a New York, che vede protagonista una giovane di quindici anni “drogata, legata, violentata e venduta attraverso Backpage”.
Questo autentico negozio di ragazze è proprietà della società Villane Voice Media e, così come avviene per numerose società statunitensi, è difficile risalire ai proprietari.
Ed è proprio su questo punto che si è concentrata l’indagine di Kristof, il quale alla fine ha scoperto questo: “Abbiamo risolto il mistero. Pare che tra i veri proprietari ci siano società finanziarie, tra cui compare la Goldman Sachs con una quota del 16%”.

Ayala: "l'Italia è nella merda"


GIUGLIANO IN CAMPANIA - Tutti aspettano devotamente la parola di conforto, il segno della speranza, da chi è uscito vittorioso da tante battaglie condotte in nome della legalità. C’è una scolaresca, allo Chalet 5 stelle, pieno centro della città, che ascolta in religioso silenzio, i foglietti stretti nelle mani con le domande da fare. Ma Giuseppe Ayala, durante la presentazione del suo ultimo libro “Troppe Coincidenze”, tenutasi lo scorso 17 aprile, non concede nulla al buonismo di circostanza. “L’Italia è un Paese nella merda”. Lo dice in giacca a cravatta, il baffo curato da siciliano d’altri tempi, l’immagine di Falcone e Borsellino stampata nella memoria. La sentenza che emette nei confronti alla Seconda Repubblica è dura. Il giudice istruttore del maxi-processo dell’87 vede sprofondare l’Italia nello stesso abisso di scandali, corruzioni e connivenze che hanno portato a Tangentopoli e alle stragi di mafia di vent’anni fa.

“Non sono un disfattista”, precisa, “è solo la realtà di oggi”.

Per uscire dalla crisi



Abbiamo dedicato moltissimo tempo all'analisi della crisi. Ora è il momento di individuare possibili azioni da realizzare nelle varie comunità per sottrarsi alla morsa del regime bancario. Serve una rivoluzione finanziaria, che ci consenta di riappropriarci della sovranità monetaria. Ecco quindi una proposta fattibile per fare un passo avanti verso la moneta del popolo: la moneta complementare comunale, in grado di apportare un concreto beneficio alle comunità che la adotteranno. Ce ne parla Antonio Miclavez.


mercoledì 18 aprile 2012

FISCAL COMPACT. L’ITALIA NON E’ PIU’ SOVRANA

DI VALERIO LO MONACO
ilribelle.com

I Senatori - complici - approvano il Pareggio di Bilancio in Costituzione e consegnano lo Stato nelle mani dei tecnocrati.

Il Pareggio di Bilancio in Costituzione è stato firmato. Senza che i cittadini italiani ne sappiano nulla o quasi, né nulla di fatto hanno saputo di quanto stava accadendo, complici i media di massa che hanno alzato una cortina fumogena davanti alla vera, fondamentale, notizia di questi giorni, adesso la nostra Costituzione prevede che si debba rispettare ogni anno il pareggio dei conti dello Stato. Con questa norma, dal punto di vista pratico, lo Stato non potrà più operare delle scelte, magari volte a soluzioni che possano dare dei frutti più in là di un periodo di tempo limitato, se queste dovessero andare oltre i meri conti. Cioè se dovessero comportare lo sforamento del bilancio annuale.

martedì 17 aprile 2012

Zeolite Clinoptilolite: un Vulcano per la nostra Salute!

fonte: Dioni

Dall'incontro di lava e acqua salmastra, giunge un rimedio per proteggere e disintossicare i nostri organi, per ridurre l'ossidazione, espellere i metalli pesanti ed altre sostanze dannose.
Sono le zeoliti: minerali di origine vulcanica che si formano per lo più dall'incontro tra lava incandescente e acqua di mare.
Si presentano come minerali naturali dalla struttura microporosa, costituita da migliaia di piccoli canali in grado di legare rilevanti quantità di tossine e metalli pesanti dannosi alla nostra salute.
Quando i nostri corpi sono “occupati” da sostanze nocive i minerali essenziali benefici come magnesio, calcio, ferro, potassio provenienti dai cibi possono non raggiungere le loro destinazioni nell’organismo e quindi compaiono i sintomi di mancanza di sali minerali importanti per il corretto funzionamento delle attività cellulari e soprattutto questi metalli pesanti, sostanze radioattive (presenti nell'aria o cibi a casa di disastri nucleari come Fukushima oppure dovuti alla presenza di scorie radioattive depositate nel sottosuolo) e quant'altro danneggiano il nostro intelligente ma delicato corpo. 

lunedì 16 aprile 2012

L’informazione “libera” da il via alla guerra al contante

di Italo Romano

Ieri sera su Rai Tre è andata in onda una vergognosa puntata propagandistica di Report. Il programma diretto dalla giornalista Milena Gabanelli, da molti ritenuto l’alfiere della libera informazione italiana, si è schierato apertamente dalla parte dei poteri forti.
Genuflessi alle banche, sono diventanti braccio armato del regime tecnocratico montiano.
Il titolo della puntata era “CONTANTI saluti al nero“. Ha così inizio la guerra al contante. Il male del nostro paese viene identificato nell’evasione fiscale e nella non tracciabilità della moneta cartacea.
La Gabanelli arriva addirittura ad affermare che la pressione fiscale è divenuta insostenibile a causa degli evasori. Oggi lo spauracchio italico è l’evasore fiscale, che grazie a una massiccia campagna pubblicitaria, è paragonato ai più comuni parassiti che esistono in natura.
E’ un po’ come nel famoso film di Benigni “Johnny Stecchino”, dove lo “zio” mafioso identifica nel traffico la maggiore piaga della città di Palermo.
Il compito dei media di regime, è quello di proporre facili soluzioni, è quello di imporre alla massa l’idea che con l’introduzione della moneta elettronica, si porrà fine all’evasione fiscale. Solo così potremo vivere felici e sereni, ricchi e in buona salute in uno Stato perfetto.

Broadcom BCM4752. Il nuovo microchip che ti spia dal cellulare

fonte:  paperblog
Matteo Vitiello 

Un microchip in grado di indicare la propria posizione con ultra precisione, all’aperto o indoor, con un margine di errore dell’ordine del centimetro. Sviluppato dalla statunitense Broadcom Corporation, il microchip spia BCM4752 verrà installato nelle nuove generazioni di smart-phone e promette non farvi sentire mai soli.

Broadcom BCM4752. Il nuovo microchip che ti spia dal cellulare A chi piace far sapere sempre dov’è ad amici e non solo, a chi ormai è perso senza il navigatore satellitare, questo nuovo prodotto piacerà molto… ma chi ci tiene ancora alla propria privacy, capirà che è sempre più importante e necessario uscire di casa senza uno smart phone di ultima generazione, meglio un semplice Nokia, di quelli che usavamo dieci anni fa, senza gps e tante cazzate varie.
Il nuovo chip della Broadcom è in grado di determinare in che zona ci troviamo all’interno di un edificio, addirittura se vicino una parete o dentro una stanza, grazie alla possibilità di processare informazioni provenienti da satelliti, ripetitori, hot-spot Wi-Fi, giroscopi, accelerometri, contatori di passi, altimetri e grazie alla capacità d’integrare delle informazioni provenienti del sensore di pressione atmosferica di cui sono già dotati tanti smart phone, come l’Android, ad esempio.

domenica 15 aprile 2012

Thrive - Integrale - ita

Consiglio la visione di questo film a tutti coloro che abbiano la volontà di svegliarsi...di capire come funziona il "sistema" e di agire di conseguenza.
Tutti gli altri continuino pure a dormire tranquilli!
Buona visione.
Namastè



http://www.youtube.com/user/MrTheWitons?feature=watch

segnalato da: Essere niente

La verità vi farà liberi

Egidia Beretta Arrigoni*

La verità vi farà liberi. Queste parole, lette e rilette sul Vangelo, mi risuonano spesso nella mente e le medito, chiedendomi cosa sia verità e cosa sia libertà e perché esse siano inscindibili.

Nella mia esperienza di vita, sotto alcuni aspetti speciale e per altri versi normalissima, ho conosciuto molti “spacciatori” di verità, raramente dei testimoni, persone che parlino e scrivano di ciò che conoscono per averlo vissuto.
Eppure questo è il fondamento perché la narrazione, l’informazione diventino per gli ascoltatori, per i lettori, quello che più si avvicina alla verità e uno stimolo alla ricerca personale, allo studio, all’approfondimento.
Quando poi la narrazione diventa denuncia e la denuncia è testimonianza diretta, allora solo chi ha occhi e non vede e orecchie e non ascolta, può negare che la realtà descritta non sia anche verità.
Vittorio credeva nella libertà, era la sua somma aspirazione.
A Gaza la vedeva ogni giorno negata, sopraffatta. Si rendeva conto di quanto poco il nostro mondo conoscesse, per superficialità o per calcolato interesse, quanto accadeva in quella piccola Striscia di terra.
Scelse di vivere la vita umile e “dignitosissima” dei contadini, dei pescatori.

sabato 14 aprile 2012

FISCAL COMPACT. LO "SCANDALO LEGA". ARMA DI DISTRAZIONE DI MASSA PER NASCONDERE...

LA MOSTRUOSA MODIFICA DELL'ART. 81 COST. ?

DI JESTER FEED
rischiocalcolato.it
Fra qualche giorno in Senato dovrà essere votata la modifica dell’art. 81 Cost. che introdurrà il cosiddetto pareggio di bilancio, e cioè l’obbligo per lo Stato di pareggiare costi e ricavi. Una norma importante, ma che nasconde un terribile effetto: la consegna definitiva del nostro paese nelle mani delle oligarchie bancarie e finanziarie, perché con il pareggio di bilancio lo Stato non sarà più in grado di controllare e indirizzare l’economia nazionale attraverso le politiche anticicliche1.
La conseguenza è evidente: la nostra politica economica sarà gestita dal cosiddetto Fondo Internazionale Salvastati, dalla BCE e dalle oligarchie dei poteri finanziari mondiali che controllano i flussi di credito agli Stati tramite l’acquisto di titoli del debito pubblico (debito sovrano).

venerdì 13 aprile 2012

Il Circo della Farfalla

Un corto straordinario, di una bellezza profonda, che sa tirare fuori qualche cosa che è intangibile, ma che fa la differenza...purchè si sappia credere in sé stessi e nella grazia che ci vibra  attorno. 


visto su: Oltre la Coltre

Alimentazione vegetariana e nutrizione

 Ne parliamo con Luciana Baroni

 

Le diete vegetariane risultano non solo nutrizionalmente adeguate in tutte le fasi di sviluppo umano, ma sono anche salutari e possono essere valide per la prevenzione e nel trattamento di alcune malattie. Ce ne parla Luciana Baroni, presidente della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana, prima associazione no-profit in Italia ad aver studiato la dieta vegetariana da un punto di vista scientifico. 

 fonte: Il Cambiamento - di Andrea Romeo

 

Le diete vegetariane risultano non solo nutrizionalmente adeguate in tutte le fasi di sviluppo umano, ma sono anche salutari

Il numero di persone che scelgono di nutrirsi senza 'violenza', o meglio senza includere derivati animali nella propria dieta, è in continuo aumento nei paesi Occidentali. Anche in Italia il veganismo si diffonde sempre più anche grazie al lavoro di ricercatori e studiosi che danno maggiore informazione a riguardo. Abbiamo intervistato Luciana Baroni, presidente della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana famosa per essere stata la prima associazione no-profit in Italia ad aver studiato la dieta vegetariana da un punto di vista scientifico.
Lei è presidente della Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana. Di che si tratta? Come è nata e qual è la vostra mission?

giovedì 12 aprile 2012

Esplosivo: La Monsanto ha 'avvelenato consapevolmente alcuni lavoratori' provocando devastanti difetti alla nascita


Anthony Gucciardi  


Secondo una notizia in via di diffusione appena rilasciata dall'agenzia stampa di un tribunale, la Monsanto viene portata in tribunale da decine di coltivatori di tabacco argentini che dicono che il gigante biotech li ha avvelenati consapevolmente con erbicidi e pesticidi e, come conseguenza, ha causato malformazioni alla nascita "devastanti" nei loro figli. Gli agricoltori stanno facendo causa non solo a Monsanto per conto dei loro figli, ma anche a molti giganti del tabacco. I difetti di nascita, che gli agricoltori dicono si sono verificati di conseguenza, sono molti e comprendono  paralisi cerebrale, sindrome di Down, ritardo psicomotorio, dita mancanti, e cecità.

mercoledì 11 aprile 2012

PoesiAmo - "Non cerco"



Non cerco un nuovo volto
né l’invenzione di una nuova immagine
Non voglio un nuovo Dio da adorare
sopra ad un nuovo altare
cerco d’essere tempio, immagine e parte
d’essere uno
Non cerco duci e condottieri
né qualcuno che mi imbocchi le mie idee
Non voglio comandanti da seguire
gloriosi eroi bonari da osannare
cerco soltanto amici, fratelli, compagni
su questo mio percorso, il mio cammino
Non cerco Buddha sornioni a cui inchinarmi
né maestri sapienti d’ogni cosa, che indichino l’ora ed il percorso
Non voglio scorciatoie nè soluzioni d’altri
che mi abbrevino la strada alla mia luce
Cerco la luce stessa, la sola che è per me
il Buddha che ho dentro e mi compete
Non cerco le canzoni, le operette, mille finte partenze
né voglio modulare Cambiamento in mille modi
nulla si ferma, nulla è permanente e non si muove
tutto l’intorno muta, anche se il pazzo imperatore lo trattiene
Sono nel cambiamento che m’avvolge
cerco d’essere l’ onda, non di parlarne
Non cerco te, amor mio, anche se sei la vita
né voglio importi amore e vicinanza
questo è possesso e guasta tutto quanto
Persino nei momenti senza luce…che sono stati tanti
quando l’andare insieme era la differenza con la morte
cerco d’essere amore , perché è del mio ch’io so e mi nutro
Null’altro cerco che non sia vuota forma
che non sia errore, egoismo o distrazione
null’altro c’è da dire…e a lor signori
auguro di riuscire nella cerca d’un santo graal
d’un grande segreto…che sembra essere
per voi, così importante

lunedì 9 aprile 2012

Che cambiamento vogliamo

Rosa

Sento molti anelare ad un cambiamento, un desiderio molto diffuso. 
Un termine però decisamente abusato, soprattutto in questi tempi di crisi e di arretramento...quasi una formula magica, un toccasana, buono per tutte le stagioni adatto ad ogni occasione.
Ottimo per tutte le bocche, persino per definire il nulla assoluto e la stagnazione.
 
Viene usato dalla politica che da  tempo immemorabile non fa altro che conservare e difendere sé stessa. 
Viene usato nella vita pratica per definire un rinnovamento che è quasi sempre elaborazione  e ridefinizione del già visto. 
Viene usato dagli spiritualisti per descrivere una necessità, che troppo spesso, non viene definita, rimanendo una sorta di promessa, un sogno da realizzare quando e  se si creeranno le condizioni.
Ho la netta impressione che capiti quasi sempre che l'idea del "cambiamento" venga applicata a compartimenti stagni, riguardi cioè solo una parte dell'esperienza umana e del suo percorso, ignorandone e sottovalutandone altre, una sorta di metodologia tutta esterna da applicare a spezzoni della nostra vita, ma che non riguarda mai il suo complesso e soprattutto l'interiore sentire e vivere del protagonista del percorso.

domenica 8 aprile 2012

Dr. Rath appello a Berlino

Dr. Rath appello a Berlino 13-3-2012



In occasione della conferenza tenutasi il 13 marzo 2012 a Berlino, il Dr. Matthias Rath lancia un appello al popolo della Germania e dell'Europa invitandoli ad assumersi le proprie responsabilità. Si tratta di un invito a costruire un'Europa democratica fatta per il popolo e dal popolo e a sviluppare un nuovo sistema sanitario focalizzato sulla prevenzione e sull'eradicazione delle malattie in tutto il mondo. I risultati di ricerche scientifiche sui rimedi naturali hanno già dimostrato che l'applicazione di queste soluzioni ridurrà la frequenza di molte malattie largamente diffuse ad una frazione minima del loro livello attuale.
Ma questo splendido "mondo senza malattie" non ci sarà consegnato su un vassoio d'argento, poiché ciascuno di questi mali è un mercato multi-miliardario per l'industria farmaceutica. Se vogliamo creare questo mondo per noi e per i nostri figli, dobbiamo agire, ora!

sabato 7 aprile 2012

UN AVVOCATO DI CAGLIARI DENUNCIA I VERTICI DELLO STATO

di Gianni Lannes

Provocazione politica? A buon diritto, c’è molto di più: un Belpaese che va a rotoli, consegnato alle oligarchie finanziarie straniere, con il sistema “Giustizia”, o meglio “IN-GIUSTIZIA” che colpisce solo i poveracci ed i pericolosi non allineati. Solo una donna poteva osare tanto, nel silenzio assordante degli addomesticati mass media tricolore, mentre gran parte degli individui di sesso maschile (sulla mera carta d’identità), tremano solo all’idea di esprimere verbalmente un’idea non allineata alla melassa dominante.  Infatti, qualche giorno fa, precisamente il 2 aprile, il giovane avvocato Paola Musu ha sporto denuncia nei confronti del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nonché del Presidente del Consiglio Mario Monti, ed infine dei ministri in carica compresi i docili membri del Parlamento.
Il punto nodale della denuncia riguarda la «sottrazione al Popolo italiano della sovranità in materia di politica monetaria, economica e fiscale» che si risolve in una deprivazione «della facoltà di determinare il proprio destino, il suo essere e in una compromissione della sua stessa esistenza».

giovedì 5 aprile 2012

SUICIDI E DEPOPOLAZIONE

di Giandiego Marigo

E' notizia ormai quotidiana, la disperazione con la conseguente esplosione di paura e follia che viene seguita dal suicido. Un assurdo, disumano centellinare, un ricorrere di gesti ultimativi.
E' strano come quando le eterne Cassandre li prevedevano venissero accusate d'ogni nefandezza, dal disfattismo al terrorismo ideologico...eppure questi suicidi sono la logica ed ovvia conseguenza di una serie di comportamenti tesi a provocarli. Non gesti estremi, di persone deboli ed incoscienti dunque, ma una condizione oggettiva atta a crearne le premesse.
Riporterò qui sotto alcune citazioni estrapolate dalla rete.

Basta suicidi! Adesso è tempo di agire



Ogni giorno ci sono nuovi caduti: persone che si suicidano perché non ce la fanno più ad andare avanti, mentre Monti e la sua combriccola ci ricordano quanto sia importante fare sacrifici. Ora basta! Esiste una legge che ci può tutelare e che dobbiamo utilizzare. E poi, basta con il ciarpame dei partiti, dei sindacati e delle controfigure del sistema bancario. Uniamoci, superiamo le divisione ideologiche, per mandarli tutti a casa e far governare la parte sana del paese. Vi prego, dilvugate questo mio messaggio.

mercoledì 4 aprile 2012

La Grande Nonna Quercia


La parola a Mina, la Grande Nonna Quercia. 

Ciao, io sono la Grande Quercia.
Abito da 200 o 300 anni – boh, non ricordo bene... sai, la memoria fa cilecca – a Castelvetro piacentino, in zona Oppiazzi.

Tu dirai: perché una quercia mi scrive?
Semplice: ho bisogno di te.

Ti racconto la mia storia.

Sono nata per volontà di un uomo che amava molto gli alberi, soprattutto le querce. Diceva che noi querce siamo l’orgoglio dell’uomo perché diventiamo grandi e potenti come lui. Io non sapevo nulla del potere e della grandezza, ero piccola e fragile. Ogni volta che un temporale arrivava io cercavo di ancorarmi più saldamente al terreno, perché temevo che il vento forte mi portasse via.
Crescendo, ho poi imparato che il vento non bisogna ostacolarlo, ma al contrario bisogna ascoltarlo, così sono diventata amica del vento e ho cominciato a giocare con lui.
Diventavo sempre più alta e facevo sempre più fatica a guardare il mondo che si muoveva sotto di me, mi veniva più facile guardare in alto. Anche i miei amici uomini lo facevano sempre, loro sempre in alto guardavano.
Così vidi delle cose che mai avrei pensato di scoprire. Un mondo meraviglioso e oscuro, stelle brillanti e suoni magici. Belloooooo!
Credevo che il mondo fosse solo questo.
Finché un giorno scoprii che esistevano anche altre cose.

martedì 3 aprile 2012

Stiamo ammazzando le nostre nonne

di Marco Cedolin

L'Italia che cammina come un gambero ed è in procinto di cadere dentro a un pozzo senza fondo, può essere interamente condensata nelle misere spoglie della nonnina di 78 anni, che a Gela si è ammazzata gettandosi dal balcone, dopo avere realizzato che con la sua misera pensione, ridotta da 800 a 600 euro, non sarebbe stata in grado di sopravvivere in maniera dignitosa e con tutta probabilità neppure in altra maniera.
Un Paese che permette, ostentando indifferenza, che i suoi figli, i suoi uomini, le sue nonnine, si ammazzino per disperazione è un paese morto dentro, una landa abiotica dove l'aria ha un sapore acre che brucia nei polmoni e le coscienze più non albergano nella massa di umanoidi che tentano di mantenersi in "vita" praticando l'antropofagia.
Gli italiani che sono ancora in vita, si stanno ammazzando per disperazione ad un ritmo impressionante (oltre 4000 solamente nell'ultimo anno) senza che il circo dell'informazione e l'opinione pubblica da esso costruita abbiano mai preso in considerazione il problema. Qualche trafiletto a fondo pagina, spesso solamente sui giornali locali, affogato fra le notizie "che contano". Gli scandali della politica (ormai pensionata a ben altre cifre rispetto a quelle delle nonnine), le partite di Champions League, gli scandali del calcio scommesse, le "imprese" compiute dalla polizia fiscale, le borse di Chanel e il prezzo del gelato alla vaniglia.

Lidia Undiemi:Mi dimetto dai miei incarichi in IDV

Di Pietro e Orlando, confessate ai cittadini il vostro appoggio al “governo della finanza”. Mi dimetto dai miei incarichi in IDV


fonte: Informare per Resistere
da Lidia Undiemi


Raccontate la verità, gli italiani hanno il diritto di sapere che Italia dei Valori sta appoggiando, soprattutto con il proprio silenzio, la proposta del governo Monti di trasferire 125 miliardi di euro (minimo) ad una organizzazione finanziaria intergovernativa, l’ESM, ambiguamente definita “fondo salva-stati”, che, fra immunità, esenzioni, condoni ed altri privilegi, si propone di concedere finanziamenti agli stati in difficoltà in cambio della possibilità di potere imporre “rigorose condizionalità” da far gravare sulle spalle del popolo.
Sapete benissimo che la ratifica del trattato ESM (non ancora in vigore) comporterà l’incremento delle politiche di austerity, ossia l’imposizione di ulteriori interventi “lacrime e sangue” che colpiranno soprattutto le fasce più deboli e che metteranno in crisi anche coloro che ancora oggi riescono ad arrivare a fine mese.
Un obiettivo politico che ovviamente travolgerà anche la vita dei vostri elettori, compresi quelli della sua amata Palermo, prof. Orlando.

L’IMU? L’art. 18? E’ solo l’inizio.

ITALIA KAPUTT!

di Eugenio Orso

Non siamo ancora tornati nel devastato ’43 dell’armistizio di Cassibile, ma potrebbe non mancare molto, se è vero che quanto consumi e spesa alimentare, come ci hanno avvertito i media di recente, siamo ripiombati indietro di trenta anni buoni, rituffandoci negli ottanta.

Salari e stipendi sono fra i più bassi d’Europa, il lavoro regolare è un mito, tanto che potrebbe diventare il premio più ambito per chi vince il Grande Fratello o qualche altro concorso televisivo drogato. I precari non ancora espulsi non saranno stabilizzati, ma in compenso si precarizzerano integralmente gli stabilizzati, e gli occupati nel sommerso parrebbe che sono diventati sei milioni.

Si moltiplicano i suicidi di coloro che sono oppressi dagli usurai di sistema, Equitalia, Agenzia delle entrate, ed è così che si conduce concretamente la lotta all’evasione … nel silenzio assoluto di Monti e Napolitano, di tutti i politici e tecnico-politici, perché, come si sa, “chi tace acconsente”. Tutt’al più, si discute del cosiddetto fallimento individuale, o meglio la bancarotta individuale, quella dei “privati”, della gente comune che non conta che sconta pignoramenti e morte civile, con la possibilità furbescamente concessa di rateizzare le estorsioni che deve subire chi non ce la fa più a pagare.