lunedì 1 maggio 2017

Pensieri in libertà... ancora sull'Anarchia

Foto(di)vagando
L'anarchia, innanzi tutto è stato dello spirito, nasce cioè dall'esigenza personale di condivisione, orizzontalità, circolarità.

Nasce da una visione e da un bisogno che risiede, appunto, nell'anima come caratteristica peculiare.

A differenza di molte definizioni, cosiddette politiche essa è, prima di tutto, acquisizione personale.

Un libertario attua la sua visione, partendo da se stesso e dalle sue relazioni e rapporti; proietta il suo stesso bisogno di libertà ed autodeterminazione verso il mondo che lo circonda, fa dell'empatia e dell'ascolto il suo quotidiano e definisce la normalità partendo non già da un serie di regole ma dal sentire, dall'essere e dal condividere. 

Nell'anarchico, anche nell'individualista, la solidarietà è atto naturale, congenita e fondamentale …

Lo specismo diviene scelta facile e naturale, così come la compassione ed in collegamento profondo con quest'ultima.

Anarchismo è scelta di rispetto per se stessi e per gli altri, per la vita intesa nel suo concetto più alto, vasto e nobile, come nessun'altra nella storia umana.

Rosa Bruno

8 commenti:

  1. Concordo pienamente: si tratta di un stato dello spirito, di un modo d'essere e di sentire.

    RispondiElimina
  2. Ciao amica mia ... condivido pienamente le tue parole ... a cui si adatta la seguente frase di cui ora non ricordo l'autore ... l'utopista disegna nuove stelle nel firmamento dell'umanità ma viaggia in un mare senza porti
    Namastè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero amico caro, ma egli si adegua al suo girovagare ed accetta l'eresia come retaggio, facendone ricchezza. Inoltre nel suo girovagare egli conosce i mille idiomi delle genti del mondo :)
      Namastè

      Elimina
  3. "Gli anarchici li han sempre bastonati", canta Guccini e così è perchè la libertà di pensiero, e il rispetto necessario che ne deriva, sono lo spauracchio d'ogni forma di potere.
    Bel post.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il potere non sopporta la libertà e detesta il pensiero. Quando poi vanno insieme li chiama ribellione.
      Ciao cara Sari, grazie :)

      Elimina
  4. "Anarchismo è scelta di rispetto per se stessi e per gli altri, per la vita intesa nel suo concetto più alto, vasto e nobile, come nessun'altra nella storia umana." Così sarebbe fantastica ma per come è la natura umana è anche una probabile utopia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniele, sì, certamente lo è... ma questo è quello che io sono e che voglio continuare ad essere.
      E se anche la moltitudine lo volesse e smettesse di farsi manipolare e di obbedire pedissequamente, non sarebbe più utopia, ma fantastica realtà!
      Un caro saluto ;)

      Elimina

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.
Non verranno presi in considerazione gli interventi non attinenti agli argomenti trattati nel post o di auto-promozione.

Grazie.