lunedì 31 dicembre 2012

LE 10 MULTINAZIONALI PIU’ PERICOLOSE DEL MONDO

FONTE: ECOCOSAS.COM

Non importa dove tu viva, è impossibile scappare alla globalizzazione.
L’unica via d’uscita è informarsi per scegliere con coscienza prima di comprare.

Iniziare a coltivare e a produrre i propri alimenti, ridurre il consumo di petrolio e dei suoi derivati, riforestare, comprare solo il necessario, ascoltare la propria voce interiore invece di quella della pubblicità … sono piccoli passi per sfuggire ai grandi mostri.
E ricordarsi sempre che il potere di scelta è nostro, non diamo loro la soddisfazione di cadere nelle loro grinfie.

venerdì 28 dicembre 2012

Lo sporco business delle cavie umane

tratto da Informasalus



 L’industria farmaceutica delocalizza i test sui farmaci, per risparmiare costi e tempo. Sfruttando anche normative assurde, come quella che ha fatto nascere in India un fenomeno molto simile a una nuova forma di colonialismo.

«Il dottore ci disse che bastava firmare un documento per ricevere le cure di cui aveva bisogno mio padre, e che in questo modo sarebbe guarito completamente. Ma papà non sapeva leggere molto bene, è andato a scuola solo fino a 9 anni». A parlare è Pradeep Gehlot, ragazzo indiano figlio di Krishna, 61enne malato cronico di asma. Dal 2009 aveva accettato la proposta di uno pneumologo di un ospedale pubblico di seguire un “trattamento gratuito”. In realtà era stato inserito in uno delle decine di migliaia di test alle quali le multinazionali del farmaco sottopongono cittadini indiani. Era diventato una cavia umana. Con la complicità della legge locale.

mercoledì 12 dicembre 2012

Il Pellegrinaggio di Maout di Giandiego Marigo

Il Pellegrinaggio di Maout
di Giandiego Marigo
 
Ogni mago è tenuto ad un pellegrinaggio In Erallon, sono le nuove regole della “Signora della magia”, valgono per tutti, persino per Maout, nobile mago minore di fuoco, diplomato. Un romanzo monografico con uno dei personaggi forti della saga principale, un elfo Maout un poco cresciuto rispetto alla storia “grande”. Amo Maout, perchè non cerca di essere diverso da quello che è e perchè mantiene il suo essere elfico anche in tempi di costante cambiamento come quelli che attraversa Erallon all'epoca del racconto in questione, una sorta di finale in appendice della Saga. Un viaggio attraverso il continente in cui il grande regno è collocato e l'incontro con la superbia tracotante e spaccona degli Orchi, ma la storia è da leggere, quindi non vi anticiperò più di tanto. Fantasy classica, ma con espedienti. Spero sinceramente che questo libro vi incuriosisca a sufficienza per farvi desiderare di leggere anche gli altri. Il regno qui tratteggiato è da poco divenuto impero ed il giovane imperatore è preoccupato di garantire un periodo di relativa pace. Il lunghissimo viaggio di Maout tratteggia il continente e promette una continuazione, anche se si tratta di un romanzo unico, una storia a se stante. Il fatto ch'egli venga scelto come romanzo d'esordio vi dà il polso dell'affetto che l'autore nutre per lui. Nell'Est misterioso che ha dimenticato Erallon e l'antico regno Maout troverà molte cose, grandi avventure e strani amici, che gli insegneranno e ci comunicheranno che “gli assoluti” esistono spesso solo a livello concettuale. Un racconto, spero gradevole, che vi accompagnerà nel continente dove Erallon è posizionato. Compaiono un gran numero di personaggi che fanno parte della saga principale e che qui vengono solo accennati, ma che sono “rigorosamente” simili a se stessi...e che per chi si appassionerà di questo mondo fantastico verranno poi ritrovati in altri romanzi. Siamo ora a lasciarvi al corpo principale di questo romanzo...la parole di presentazione servono e non servono, vi auguro buon viaggio con Maout e mi auguro che voi torniate qui...in Erallon per conoscerlo meglio dopo quest'assaggio
 

Per saperne di più:
http://www.lulu.com/shop/giandiego-marigo/il-pellegrinaggio-di-maout/paperback/product-20542329.html

Oppure:
http://www.amazon.it/pellegrinaggio-Maout-Sig-Raffaele-Bassano/dp/1481004344/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1355573137&sr=8-1

 **********************
Nota dell'autore 

Fantasy classica, il mio primo libro, per ora su Lulu, ma presto anche su altre piattaforme (essendo un libro editato), questo romanzo io lo trovo molto bello, ma si sa ognuno ama il proprio prodotto. Leggetelo! Mi aiuterete a vivere e credo, vi farete un piacere. Una storia epica, un viaggio che è anche un pellegrinaggio interiore. La fantasy...un pretesto per parlare dell'essere vivente e del suo spirito. L'astrazione poetica, la capacità d'essere d'un altro mondo. Tutte cose che ritroverete in questo libro. Ovviamente anche in E-book.

martedì 11 dicembre 2012

La verità è che non vogliamo cambiare.

di Italo Romano

Siamo in balia dei mercati. Non c’era bisogno di conferma, ma per i duri e puri del politcally correct il problema principale è altrove. In questi giorni assisteremo ad una finta ondata di sdegno e ad un’orda antiberlusconiana, che sia chiaro,  fatta di parole e vuota demagogia.
E’ necessario che il dibattito politico venga sterilizzato da populismo e tendenze mediatiche, di modo da fondere e confondere la “Politica” con le chiacchiere da bar.
L’Italia non è più una democrazia, ma un potentato della mercatocrazia mondiale. Questo, a quanto pare, non interessa a nessuno.
E lo sapete perchè? Perchè nessuno vuole cambiare veramente lo stato delle cose. Siamo consapevolmente drogati dal vuoto farfugliare, siamo conniventi di tutto questo marcio putrido e vogliamo conservare con bramosia la nostra fetta di finto benessere.

sabato 8 dicembre 2012

LA POVERTÀ È IL PIÙ GROSSO BUSINESS CHE I RICCHI ABBIANO MAI INVENTATO


La pubblicazione dei dati Eurostat sull'aumento della povertà e del rischio-povertà in Europa ha suscitato sui media il solito "dibattito", viziato in partenza dal rappresentare l'impoverimento come un "problema", come un effetto indesiderato delle politiche di "rigore". In realtà il bombardamento sociale del "rigore finanziario" non è sostanzialmente diverso dai bombardamenti militari, nei quali l'obiettivo dichiarato è un pretesto non soltanto per il consumismo delle bombe (tanto paga il contribuente), ma anche per fare il maggior numero possibile di "danni collaterali", cioè di vittime civili. Anche il "rigore" è un business, ed il "danno collaterale" della maggiore povertà apre a sua volta nuove frontiere al business. [1]
In questi anni è risultato sempre più evidente il nesso consequenziale tra l'aumento della povertà e la finanziarizzazione dei rapporti sociali. La povertà diventa un business finanziario, costringendo i poveri all'indebitamento crescente.

giovedì 6 dicembre 2012

Uomini che uccidono le donne

UOMINI CHE UCCIDONO LE DONNE  di Fabrizio Lorusso

Qualche giorno fa su Carmilla Marilù Oliva ha trattato il tema della cultura del femminicidio in Italia. Ho scelto alcuni esempi e cercato alcuni testi per specificare quel concetto, così come quello di misoginia, attraverso una breve rassegna. Partiamo dal Messico. Il paese è noto per aver praticamente "inventato" o popolarizzato il termine "femminicidio" che descrive un fenomeno sociale e racconta l'orrore: ci parla, infatti, di vittime, delle centinaia di donne uccise a Ciudad Juárez e, in realtà, in tutto il territorio, per motivi di genere. Ci parla, banalmente, del correttore di word che ancora non ha incluso questa parola nel suo misero dizionario e continua a segnarla in rosso. Ci parla anche della cultura sottostante e della cattiva stampa che la foraggia e la propaga. Infatti, per anni si è fatto credere che nel nord del Messico ci fosse un mostro, un serial killer. Poi si parlò di gang e narcos. Poi di matti e squilibrati. Ma solo negli ultimi 6 o 7 anni si sente parlare seriamente di responsabilità delle autorità, di diritti umani, di connivenze della politica coi delinquenti e, infine, di machismo, maschilismo e cultura del femminicidio. 

continua a leggere QUI

L'orto sinergico del Villaggio Verde (ortometraggio)

Grazie al caro amico  Fernando Boccia

Quando è proprio il caso di dire : pesa, infiocchetta, incarta e porta a casa !!! L'orto sinergico del Villaggio Verde (ortometraggio)! quando l'uomo capira' che la vera tranquillità e in questi gesti e in questi atteggiamenti non nel gridare dietro a 23 idioti in mutande che corrono dietro ad una palla o delle tette e dei culi, o a dei gioielli e vestiti !! Solo allora potremmo pensare di salvarci !!!!

sabato 1 dicembre 2012

Tornado sull’Ilva: ma vogliamo davvero credere alle “maledizioni”?

 
di Enrico Galoppini

Quando ho saputo della “tromba d’aria” che ha investito gli impianti dell’Ilva di Taranto, mi è corso immediatamente un brivido lungo la schiena.
Non è infatti nell’ordine delle probabilità delle cosiddette “cose normali” che un “fenomeno atmosferico” così devastante vada a colpire, con una precisione millimetrica ed una tempistica cronometrica, proprio la fabbrica che in questi giorni sta al centro delle cronache politiche ed economiche italiane.
Ma andiamo per ordine.
L’Ilva è il principale polo siderurgico italiano, ed uno dei principali d’Europa, tanto che l’Italia è seconda solo alla Germania per produzione di acciaio. E quando si parla di acciaio ci si riferisce ad una di quelle “produzioni strategiche” che fanno di una nazione una “potenza”. Una potenza è sovrana, per definizione, se detiene la proprietà e la gestione di settori-chiave quali la moneta, l’esercito, le produzioni strategiche, le comunicazioni e le principali infrastrutture.

venerdì 30 novembre 2012

STUDIO SHOCK: LE MAMMOGRAFIE SONO UNA BUFALA MEDICA

DI MIKE ADAMS naturalnews.com Studio shock: Le mammografie sono una bufala medica, oltre un milione di donne americane danneggiate da “trattamenti” non necessari per tumori che non hanno mai avuto.

La mammografia è una crudele bufala medica. Come ho descritto qui su Natural News più di una volta, lo scopo principale della mammografia non è “salvare” donne dal cancro, ma reclutarle come falsi positivi per spaventarle e portarle a sottoporsi a trattamenti costosi e tossici come la chemioterapia, le radiazioni e la chirurgia.

Il “piccolo sporco segreto” dell'industria del cancro è che proprio gli stessi oncologi che terrorizzano le donne con la falsa credenza di avere un cancro sono quelli che realizzano enormi profitti vendendo loro i chemioterapici. Il conflitto di interessi e l'abbandono dell'etica nell'industria del cancro lascia senza fiato.

Ora, un nuovo studio scientifico ha confermato esattamente quello da cui ho messo in guardia i lettori per anni: la maggior parte delle donne con “diagnosi” di cancro tramite mammografia non hanno mai avuto il cancro, ed è solo l'inizio.

I TUMORI TRA I VEGAN

DI CARLO MARTINI ComeDonChisciotte AGGIORNAMENTO: Oltre ad alcune modifiche minori, è stato aggiunto link alla versione integrale del testo, ed una nota sulla Loma Linda University rispetto all'accusa di "bias"

La pubblicazione che il movimento vegetariano e i suoi detrattori attendevano da decenni è finalmente arrivata: dati concreti, oggettivi e significativi sull'incidenza dei tumori tra i vegan.

L'articolo scientifico (qui la versione integrale) è stato curato da un team di ricercatori della Loma Linda University, e pubblicato su Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, rivista dell'American Association for Cancer Research, co-sponsorizzata dall'American Society of Preventive Oncology.

giovedì 29 novembre 2012

Un tornado di contraddizioni

Marco Cedolin
 
Mentre un tornado s'invortica sull'ILVA di Taranto, abbattendone le ciminiere proprio nel giorno in cui il governo si appresta a decidere il futuro del cancrificio della famiglia Riva, segno di un destino beffardo o piuttosto del fatto che gli strumenti di controllo climatico hanno ormai raggiunto una perfezione in grado di stupire anche il "complottista" più consumato, l'Italia intera continua a girare in tondo, senza trovare una sola coordinata alla quale potersi aggrappare....

lunedì 26 novembre 2012

Carbone: energia a basso costo, a tutti i costi

di Deblora Billi

Milleduecento nuove centrali a carbone in tutto il mondo entro i prossimi anni. 
Avete letto bene: 1200. 
Anch'io stentavo a crederlo, quando ho visto l'articolo del Fatto Quotidiano che ha fatto il giro della Rete e che vi invito a leggere.


Catastrofe climatica assicurata, avverte il World Resources Institute, ma l'allarme cade nel vuoto: l'importante, per i super-produttori, è garantirsi energia a basso costo.
Ecco il motivo, sempre quello. Malgrado i proclami entusiastici, l'intero pianeta è consapevole che la pacchia del petrolio a basso costo è finita, e che se si vuole continuare a sprecare energia come se nulla fosse è indispensabile ricorrere a sistemi inquinanti. Da qui il rinnovato entusiasmo per le centrali a carbone, o per il terribile fracking, un altro sistema inquinante e disperato per spremere petrolio persino dalle rocce. O sangue dalle rape.
Anche se si punta sulle rinnovabili, quel 30 o 40% che si riuscirà (con molto impegno) a raggiungere nei prossimi 10 anni non sarà in grado di compensare il calo di produzione petrolifera, e in particolare l'uso ancora obbligato del petrolio per i trasporti. Così, è caccia alle alternative: le più economiche ovviamente, che sono sempre le peggiori.
Forse dovremmo noi consumatori finali essere i primi a lanciare un segnale diminuendo i nostri consumi energetici, a cominciare dagli sprechi. Ma non basterebbe: industria, produzione e PIL hanno bisogno di enormi quantitativi di energia a basso costo. E l'unico modo per vederne calare il fabbisogno energetico, è una crisi globale. Uh, ma cosa ho detto?

 
Foto - Pink Floyd, Animals

"Seduti in silenzio senza avere alcun motivo per farlo"

(Jiddu Krishnamurti)


"Se ve ne state seduti in silenzio senza avere alcun motivo per farlo, oppure se ve ne andate a camminare tranquillamente, da soli o in compagnia, guardando gli alberi, gli uccelli, il fiume, le foglie illuminate dal sole, vi troverete ad osservare anche voi stessi. Non starete lottando, non farete sforzi tremendi per ottenere qualcosa. Quelli che si sono abituati a praticare qualche sistema di meditazione, trovano poi molto difficile metterlo da parte, perché la loro mente ne é stata troppo condizionata; sono andati avanti per tanti anni con le loro pratiche e ormai ci sono attaccati.
[...] La mente non è mai in silenzio, insegue sempre un pensiero dietro l'altro, una sensazione dietro l'altra. Per cercare di porre fine a questo chiacchierare ininterrotto, imparate a concentrarvi; vorreste imporre il silenzio alla mente; ma così il conflitto ricomincia. È questo che fate: chiacchiere su chiacchiere, un continuo parlare a proposito di niente. Ma se volete osservare qualcosa, un albero, un fiore o il profilo delle montagne, dovete guardare standovene in silenzio.

sabato 10 novembre 2012

Siamo in ritardo, ma …



Dobbiamo cambiare il sistema di produzione, ridurre i consumi e cancellare gli sprechi, non è un’opinione, ma una condizione indispensabile per la nostra sopravvivenza. Già ad agosto, com’è noto, abbiamo raggiunto il massimo carico sopportabile dal pianeta, era il mese di agosto quando siamo arrivati all’overshoot day. Prima usciremo dalla religione della crescita e prima potremmo giungere alla prosperenza.
E’ altrettanto noto che si è sostenibili quando non si compromettono le risorse delle future generazioni, ed è altrettanto noto che, ahimé, diversi ecosistemi sono stati distrutti, specie estinte, e diverse risorse stanno raggiungendo il picco massimo.
“Sembra” che la stupidità regni il mondo. Anche i sistemi di controllo sociale sono aumentati, sono più persuasivi e più pervasivi: social media, microchip, e moneta elettronica.
Da questa catastrofe ampiamente annunciata negli anni ’70, ora ne vediamo le facce e le sfaccettature: deliri collettivi, regressioni psicologiche ed ethos infantilistico fra gli adulti, aumento dell’ignoranza di base e dell’ignoranza di ritorno, scarsa propensione alla lettura di saggi, incapacità di scegliere e valutare. Queste caratteristiche sono ampiamente diffuse nel nostro paese, mentre per fortuna in altri luoghi – sud America – aumenta il risveglio delle coscienze ed internet offre opportunità straordinarie di condivisione.

martedì 6 novembre 2012

Coerenza e Mutamento

tratto da Promiseland

Tutto è mutamento!

Noi cambiamo, ci trasformiamo, cambiamo le nostre idee, le nostre convinzioni, che, magari, solo alcuni mesi prima ci apparivano come certezze.
Cambia il nostro “modus vivendi”.
Alterniamo periodi di amore diffuso verso il prossimo, a periodi di profonda introversione, ed osservandoci, un poco in profondità, notiamo come la parola “coerenza”, tanto usata ed abusata, ai nostri giorni, in realtà sia inattuabile, nei termini , dove viene, spesso, da noi, ricondotta.
Già,..la coerenza!
Spesso pensiamo che la coerenza significhi seguire, sempre, una stessa linea, uno stesso schema, nel bene e nel male.
La coerenza può dare i suoi frutti. Diventiamo più omologati o affidabili, verso chi abbisogna di soggetti obbedienti e fedeli, ai propri dettami.
E’ difficile essere coerenti? Certo che lo è, perchè necessita di uno sforzo, contrario alla natura umana!
Non vorrei essere, tuttavia, frainteso.
La coerenza, della quale parlo si riferisce alla mutevolezza di opinioni personali, credo, ideologie, atteggiamenti verso persone, cose, argomenti.

giovedì 1 novembre 2012

PH ACIDO E CANCRO. SALUTE E' AVERE UN PH ALCALINO

 Nel 1931 lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg ricevette il Premio Nobel per la scoperta sulla causa primaria di cancro.Otto ha scoperto che il cancro è il risultato di un potere anti-fisiologico e di uno stile di vita anti-fisiologico.Perché? Poiché sia con uno stile anti-fisiologico nutrizionale (dieta basata su cibi acidificanti) e l’inattività fisica, il corpo crea un ambiente acido (nel caso di inattività, per una cattiva ossigenazione delle cellule). 
L’acidosi cellulare causa l’espulsione dell’ossigeno. La mancanza di ossigeno nelle cellule crea un ambiente acido. 
Egli ha detto: “La mancanza di ossigeno e l’acidità sono due facce della stessa medaglia: Se una persona ha uno, ha anche l’altro”.Cioè, se una persona ha eccesso di acidità, quindi automaticamente avrà mancanza di ossigeno nel suo sistema. Se manca l’ossigeno, avrete acidità nel vostro corpo. 
Egli ha anche detto: “Le sostanze acide respingono ossigeno, a differenza delle alcaline che attirano ossigeno.” Cioè, un ambiente acido è un ambiente senza ossigeno.
Egli ha dichiarato: “Privando una cellula del 35% del suo ossigeno per 48 ore e’ possibile convertirla in un cancro”. “Tutte le cellule normali hanno il bisogno assoluto di ossigeno, ma le cellule tumorali possono vivere senza di esso”. (Una regola senza eccezioni.)
“I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini.”

mercoledì 31 ottobre 2012

GEOINGEGNERIA: TEST DELLE ACQUE

DI NAOMI KLEIN
www.nytimes.com


Ho passato quasi vent’anni su un tratto di costa scoscesa della British Columbia, chiamata Sunshine Coast. Questa estate, ho avuto un'esperienza che mi ha ricordato perché amo questo posto, e perché ho scelto di avere un figlio in questa parte del mondo tanto scarsamente popolata.
Erano le cinque del mattino e il nostro bambino di tre settimane ci aveva appena svegliato. Mio marito ed io ci siamo alzati e guardando l'oceano, abbiamo avvistato due imponenti pinne nere dorsali: orche, gli squali assassini.

Poi altre due. Non avevamo mai visto una orca sulla costa, e mai sentito parlare di una loro venuta così vicino a riva. Nel dormiveglia, ci sembrava come un miracolo, come se il bambino ci avesse svegliato per essere sicuro di non farci perdere questa rara visita.

lunedì 29 ottobre 2012

venerdì 26 ottobre 2012

VELENI IN FRUTTA E VERDURA


da SU LA TESTA!
di Gianni Lannes



Terra drogata dalla chimica. Non bastavano gli organismi geneticamente modificati esaltati dal primo ministro golpista Mario Monti che osteggia sul piano istituzionale l’agricoltura biologica a chilometro zero. Anche l’Unione europea, o meglio la Commissione europea del ramo ha emanato il 21 settembre 2012 il regolamento UE numero 899. Le nuove regole dettate esclusivamente da interessi finanziari , ma non certo da riscontri scientifici, modificano gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio, concernente i livelli massimi di residui di acefato, alacloro, anilazina, azociclotin, benfuracarb, butilato, captafol, carbaril, carbofuran, carbosulfan, clorfenapir, clortal-dimetile, clortiamid, ciesatin, diazinon, diclobenil, dicofol, dimetipin, diniconazolo, disulfoton, fenitrotion, flufenzin, furatiocarb, esaconazolo, lactofen, mepronil, metamidofos, metoprene, monocrotofos, monuron, ossicarbossina, ossidemeton-metile, paration metile, forate, fosalone, procimidone, profenofos, propaclor, quinclorac, quintozene, tolilfluanide, triclorfon, tridemorf e trifluralin in o su determinati prodotti e che modifica tale regolamento definendo l’allegato V, che elenca i valori predefiniti. In Italia l’ortofrutta - oltre alle vitamine in percentuale sempre più scarsa - contiene fitofarmaci.

mercoledì 24 ottobre 2012

Tutte le Volte che il Mondo Non è Finito

di Verge
Traduzione di Anticorpi.info

Come andiamo con il nervosismo da 21 Dicembre? Io sono tutto un brivido! Tuttavia esaminiamo queste altre date in cui la gente si innervosì per una imminente fine del mondo.

1- Verso il 30 dC: qualcuno prese il Nuovo Testamento alla lettera, in quanto era questo il lasso di tempo previsto da Gesù prima che giungesse il suo Secondo Avvento. "Questa generazione non passerà prima che tutte queste cose siano avvenute." (Matteo 24:34). La data è basata sulla presunta aspettativa di vita in quel periodo: 30 anni. 

2- 500 dC: Ippolito di Roma, teologo del III secolo, previde che la fine del mondo sarebbe giunta in quella data, e a suffragio della sua teoria usò delle interpretazioni alternative di alcuni passi della Bibbia (tra cui una basata sulle dimensioni della Arca dell'Alleanza). La convinzione che il mondo sarebbe finito nel 500 dC fu molto popolare, e l'opinione di Ippolito fu avallata da molti colleghi teologi tra cui Sesto Giulio Africano e Irenus.

lunedì 22 ottobre 2012

GUERRA NUCLEARE: CONTO ALLA ROVESCIA

 di Gianni Lannes

Il piano d’attacco contro il cattivo di turno - ovvero l’Iran - è pronto da anni: rivisto, rielaborato ed aggiornato più volte. E’ la volta “buona”: adesso  ci siamo, nella disattenzione del mondo “civile”. Non serve addentrarsi nella disinformazione ufficiale, ma basta compulsare qualche gola profonda dell’Intelligence per saperne di più. Sarà l'onnipotente Nato ad attivare il grilletto dall’Italia: una penisola trasformata dal governo Usa in una portaerei nel Mediterraneo. Basta dare un’occhiata alla base di Sigonella in Sicilia e al deposito di armamenti di Camp Darby in Toscana (Livorno). Quel che più conta: l’arsenale di Israele è allertato. Sono già pronte 2 mila e 500 super bombe (made in Usa) con penetratore bunker per sfondare pareti di cemento armato con 2 metri di spessore; e 2.500 di peso inferiore, ma altrettanto letali. Questi ordigni (dono di Bush ai tempi di Sharon) serviranno a colpire gli impianti nucleari iraniani. Il Belpaese che ha stretto un accordo bellico ed effettuato esercitazioni belliche con Israele sotto Berlusconi, appoggiato ora dal premier golpista Monti, è in prima linea con conseguenze facilmente immaginabili per l'ignara popolazione, già massacrata da tasse e ingiustizie.

sabato 20 ottobre 2012

Il caleidoscopio della follia

di Massimo Mazzucco

Quando la pazzia è tutta concentrata in un solo individuo, in un singolo gesto, o in un'unica situazione, la vedi subito. Si distacca da tutto il resto, come l'unica macchia nera sulla schiena di un cavallo completamente bianco.

Quando invece la follia è frammentata in mille coriandoli infinitesimali, e questi coriandoli sono cosparsi un po' dappertutto, diventa molto più difficile riconoscerla, perché si confonde con il resto dell'ambiente. Quello che hai davanti non è più un cavallo pezzato, ma una pelle di leopardo.
Questa è la sensazione che può capitare di provare leggendo in modo frammentario le notizie dal mondo, senza seguire un criterio preciso.

martedì 16 ottobre 2012

Pericolo esavalente: vaccino ritirato







Messaggio urgente per tutti i genitori che pensano di vaccinare i loro figli con l’esavalente

Informasalus.it
Dr. Roberto Gava
 
Ha la data del 6 ottobre 2012, è una comunicazione dall’Istituto di Stato per Controllo dei Farmaci della Slovacchia e reca l’urgenza di classe 1: ritiro immediato del vaccino esavalente Infanrix Hexa per rischio contaminazione batterica pericolosa (1).

I fatti
Pochi giorni fa, il 6 ottobre scorso, l’Istituto di Stato per Controllo dei Farmaci della Slovacchia diffonde un documento urgente (riferimento n° 12/5541 - 389/2012/900) in cui impone il ritiro immediato dal commercio del farmaco Infanrix Hexa (Codice 34905) della ditta belga GlaxoSmithKline Biologicals s.a., lotto A21CB191B con data di scadenza 01-2014.

La motivazione ufficiale è che durante il controllo di qualità è stata riscontrata una contaminazione microbica dell’ambiente di produzione. È riportato che i prodotti finali della lavorazione (cioè il vaccino in oggetto) non sono microbicamente contaminati, ma, allo scopo di assicurare il mantenimento dello standard di qualità, l’ente di registrazione accetta il ritiro del farmaco Infanrix Hexa dalle farmacie e dai fornitori sanitari. Il documento ufficiale dice che: “I pazienti che sono stati vaccinati con questo vaccino non sono a rischio a causa del vaccino stesso che soddisfa tutti i requisiti di qualità”. Cioè, il vaccino va benissimo e soddisfa tutti i requisiti di ottima qualità … eppure l’hanno fatto ritirare immediatamente! È difficile comprenderne il motivo, almeno per noi comuni mortali.
Il ritiro è stato disposto con urgenza massima: classe 1.

venerdì 12 ottobre 2012

I CUSTODI DELLA TERRA


Per millenni le società segrete degli uomini e delle donne di medicina nativo-americani hanno accuratamente protetto i loro insegnamenti di saggezza, agendo da guardiani della natura. Questi “Custodi della Terra” sono esistiti in molte nazioni sotto varie denominazioni; nelle Ande e in Amazzonia, ad esempio, erano conosciuti come i “Laika”. 
Nel 1950 un gruppo di Laika dalle alte Ande si recò a un raduno annuale di sciamani che si svolgeva ai piedi di una delle montagne sacre. I nativi del luogo nell’osservare i poncho indossati dai Laika riconobbero immediatamente i segni distintivi dell’alto sacerdozio sciamanico. Si resero dunque conto che avevano di fronte un gruppo di guaritori e guaritrici che tutti ormai ritenevano scomparsi fin dai tempi della conquista spagnola. Quegli alti sacerdoti dello sciamanesimo, ben sapendo che l’umanità era sull’orlo di un vasto sommovimento, erano infine riemersi dal loro isolamento per offrire a tutti gli esseri umani la conoscenza che ci avrebbe sostenuti attraverso i mutamenti epocali che stavamo per affrontare e che ci avrebbero aiutati ad alterare la nostra realtà e a dar vita a un mondo migliore. 

TUO FIGLIO E' MALATO DI MENTE?

DI MARTHA ROSENBERG
counterpunch.org

“Sì”, Secondo i Medici Finanziati da Big Pharma

Come ha fatto Big Pharma a sottoporre così tanti bambini all’uso di costosi cocktail di medicinali per “malattie mentali”? Medicinali che potrebbero anche essere inutili?

Big Pharma ha speso milioni in campagne informative che dicono a genitori, maestri e clinici di curare i bambini al primo segno di problemi. Sa che se i genitori curano i loro figli fin da piccoli non sapranno mai ne se i bambini abbiano effettivamente avuto bisogno della terapia, ne se i problemi residui siano dovuti alla “malattia mentale” o agli effetti collaterali del medicinale. Inoltre i figli probabilmente saranno clienti per tutta la vita perché i genitori avranno paura di sospendere il trattamento.

Non stupisce quindi il fatto che l’industria farmaceutica, nelle sue campagne informative, dica ai genitori di non aspettare che gli “eccessi di energia” e gli “sbalzi d’umore” passino da soli. E così…entrano i soldi!!

giovedì 11 ottobre 2012

Vandana Shiva: la libertà dei semi è la nostra libertà

da TerraNuova

Arrivata a Roma la scienziata indiana ha presentato il rapporto sulla libertà dei semi. Continua la campagna di boicottaggio contro la legge che vuole brevettare la vita
Vandana Shiva: la libertà dei semi è la nostra libertà


Due giorni fa Vandana Shiva a Roma ha presentato il nuovo rapporto "Libertà dei semi: un'emergenza globale" curato da Navdanya. Il rapporto è stato scritto attraverso un processo partecipativo di una rete composta da comunità, reti e organizzazioni di tutto il mondo e fa il punto sull'erosione della diversità dei semi, sulla loro sovranità . "Ogni seme - sostiene Vandana Shiva - è l'incarnazione dei millenni di evoluzione della natura e dei secoli di riproduzione da parte degli agricoltori. E' l'espressione pura dell'intelligenza della terra e dell'intelligenza delle comunità agricole".
Gli incontri, che hanno visto una grande partecipazione soprattutto di giovani, si sono svolti la mattina alla Provincia di Roma con la presenza del Presidente Nicola Zingaretti ed il pomeriggio alla Città dell'Altra Economia insieme a Maria Grazia Mammuccini, vicepresidente di Navdanya International che ha curato la parte italiana del Rapporto, in un incontro con le Associazioni e i movimenti organizzato in collaborazione con AIAB e FIRAB.

martedì 9 ottobre 2012

Appello al Piemonte: non chiudete lo sportello del Bio

tratto da LIBRE

Si fa presto a dire “biologico”. Filiere corte, chilometri zero. Prodotti locali d’eccellenza, che – per fortuna – inondano le campagne italiane e le mille fiere enogastronomiche promosse e sostenute dagli enti pubblici. Peccato che poi ci si dimentichi che quegli stessi prodotti nascono dal duro lavoro quotidiano di contadini spesso isolati ma sempre più consapevoli del loro ruolo ecologico. Agricoltori-custodi, li chiamano, e ormai sono un network in crescita. Anche grazie all’impegno di centri di eccellenza italiana come il Crab, lo sportello piemontese dell’agricoltura biologica che ora – nell’indifferenza generale – rischia addirittura di chiudere, per mancanza di fondi. Spending review, tagli orizzontali: eppure il Crab fa girare mezzo milione di euro all’anno (economia pulita) e costa solo 280.000 euro. Ma attenzione: i due terzi della spesa sono già ampiamente coperti da progetti speciali, a termine, che gli stessi ricercatori sviluppano rimboccandosi le maniche, facendo di necessità virtù. «Viviamo dei nostri progetti e non di finanziamenti dati a pioggia», protestano i tecnici piemontesi del bio. «Non sperperiamo il denaro pubblico, produciamo sostenibilità ambientale. Eppure ci vogliono chiudere».

lunedì 8 ottobre 2012

I MITI SULL'INDUSTRIA AGRICOLA

DI VANDANA SHIVA
aljazeera


L'agricoltura biologica è “l'unico modo per produrre cibo” senza danneggiare il pianeta e la salute delle persone.


I media sono stati improvvisamente inondati da storie che cercano di creare dubbi in merito all'agricoltura biologica. Questo per due motivi: primo, la gente viene nutrita dall'aggressione delle aziende a base di tossine e OGM; in secondo luogo, la gente sta passando all'agricoltura biologica e ad i suoi prodotti per porre fine alla guerra tossica contro la Terra ed i nostri organismi.

In un momento in cui l'industria ha messo gli occhi sui mega profitti ricavabili dai monopoli sulle sementi attraverso l'uso di semi brevettati e semi progettati con geni tossici e geni per rendere le colture resistenti agli erbicidi, la gente sta cercando la libertà alimentare attraverso il cibo non-industriale e biologico.

La rivoluzione alimentare è la più grande rivoluzione dei nostri tempi e l'industria sta andando nel panico. Quindi fa girare la propaganda, sperando che sulle orme di Goebbels, una bugia ripetuta un migliaio di volte si trasformi in verità. Ma per il cibo è diverso.

domenica 7 ottobre 2012

NISCEMI: SEQUESTRATO IL MOUS USA

di Gianni Lannes

Una buona notizia dalla Sicilia. Ieri, 6 ottobre 2012 dopo anni di proteste pacifiche da parte del comitato popolare “NO MUOS”, è stato finalmente sequestrato dalla magistratura “per violazioni delle leggi sull’ambiente”, il pericoloso impianto nordamericano di guerra ambientale.

La stazione radio “Mobile user objective sistem” (Muos) è un impianto di antenne ad altissima frequenza pericoloso per la salute umana e per l’ambiente. Muos è il terminale italiano del famigerato H.A.A.R.P..
Il territorio in cui è situato - «Sughereta di Niscemi» - è una riserva naturale a inedificabilità assoluta, in un sito di interesse comunitario.
Ma dopo sacrosante proteste, ieri, il Giudice per le indagini preliminari ha avviato il procedimento di sequestro, poco prima dell’ennesima manifestazione, alla quale hanno partecipato in più di 5000 tra cittadini siciliani e non, con il supporto dei ragazzi del comitato “No Dal Molin” di Vicenza.
I manifestanti si ritengono soddisfatti a metà, poiché chiedono a Stato e Regione la revoca di tutte le autorizzazioni finora rilasciate.
L’esecuzione del sequestro preventivo è stata affidata a carabinieri ed agenti della polizia municipale presso la Procura di Caltagirone, con l’ausilio dei carabinieri della compagnia di Sigonella e degli avieri del 41/o Stormo. Comunque, non c’è troppo a gioire.

mercoledì 3 ottobre 2012

VACCINI: LO STATO ITALIANO AVVELENA I NEONATI

di Gianni Lannes

Effetti indesiderati o ricercati per far soldi sulla pelle di esseri indifesi col pretesto scientifico? Il nome è quello di un killer legalmente autorizzato ad avvelenare i bambini e a trasformarli in pazienti cronici danneggiando irreversibilmente le loro difese immunitarie. Si chiama infatti “Infanrix Hexa”. E’ il vaccino esavalente dal costo di quasi 100 euro - prodotto dalla famigerata società britannica Glaxo Smith Kline, (condannata più volte negli Stati Uniti d’America per aver mandato all’altro mondo migliaia di persone) - somministrato in un'unica soluzione. L'obbligo di legge per i neonati riguarda difterite, tetano, poliomelite, epatite b. Ma nella dose diffusa ci sono gli antigeni per altre due malattie infettive. Secondo l'stituto superiore di Sanità: "Copertura ottimale e nessun rischio provato, il vero scandalo è contrarre virus perché si rifiuta il vaccino". Dunque, solo in Italia salvo in alcune Regioni ove esse sono divenute facoltative (ad esempio il Veneto), sono obbligatorie, per tutti i nuovi nati, le seguenti vaccinazioni: antipoliomielitica (Legge 4 febbraio 1966 n° 51), antitetanica (Legge 20 marzo 1968 n° 419), antidifterica (Legge 6 giugno 1939 n° 891 - L. 27 aprile 1981 n° 166), antiepatite virale B (Legge 27 maggio 1991 n° 165, promulgata da Cossiga su proposta di Andreotti e De Lorenzo). «Mio figlio autistico a causa dei vaccini» ha denunciato l’infermiere Gabriele Milani. Come se non bastasse spesso nei centri vaccinali sono “offerte” e somministrate in unica seduta (contemporaneamente al vaccino esavalente) le vaccinazioni antipneumococcica (contiene 13 antigeni + Polisorbato 80, ovvero una sostanza sterilizzante) ed antimeningococcica C per tutti i nuovi nati.

Vivere dalla gioia e non dalla paura


sabato 29 settembre 2012

Prova Anche Tu Easy Dismiscion!

Haarpo

Cara amica, caro amico, siamo qui per presentarti un nuovo servizio che sta cambiando il mondo e che cambierà la tua vita rendendola tanto ...
easy!
E-A-S-Y DISMISCION!
Quante volte ti è successo di dover abbozzare alla testardaggine di qualche burocrate che ostacolava i tuoi sogni, i tuoi piani di conquista del mondo, la tua ricerca della felicità? Quante volte ti sei detto che se solo quella persona si fosse fatta da parte la tua qualità della vita sarebbe molto migliorata? Noi della Nuova Officina Meravigliosa sappiamo bene come sei, conosciamo le tue ambizioni totalitaristiche, la tua grande voglia di far del male al tuo prossimo, ed è per questo che abbiamo creato qualcosa che soddisferà in pieno le tue esigenze!
E-A-S-Y DISMISCION! 

Anni di ricerca nei nostri laboratori di infiltrazione mediatica, finanziaria e istituzionale ci hanno consentito di sviluppare un innovativo metodo di cancellazione parziale o totale del personaggio scomodo, davvero irrinunciabile per te che esigi il meglio nel campo delle offerte che non si possono rifiutare!
E-A-S-Y DISMISCION! 

Ti basta una semplice telefonata senza impegno al numero verde in sovrimpressione per individuare insieme ai nostri esperti il pacchetto che fa al caso tuo! Ma andiamo a fare una breve presentazione delle nostre offerte, e ricordati di chiamare ora, perché solo le prime 33 telefonate riceveranno in omaggio il best seller:
Come Tassare al 75%  Senza Intaccare la Comune Percezione Democratica in 11 Semplici Passi.

Il nostro primo pacchetto è:

mercoledì 26 settembre 2012

RESISTERE CON CONSAPEVOLEZZA ALLA ZUPPA ELETTROMAGNETICA CHE SOVRASTA IL NOSTRO SISTEMA NERVOSO

Peggiora ogni ora che passa… Mentre la Francia saggiamente ha messo fuori legge il wi-fi nelle sue scuole, causa seri danni che provoca sui bambini,  i segnali, le antenne, i trasmettitori, le antenne telefoniche e vari gadget elettronici, non fanno che aggiungersi.
E noi dovremmo pure esserne entusiasti.
(…)  Gli effetti di queste antenne ed altre tecnologie a microonde sono una testimonianza di perfidia. Mentre fingono che tutti questi apparati mortali siano innocui, il “gregge” inconsapevole muore  a causa della mutazione delle cellule cerebrali, a causa dei sistemi immunitari e nervosi che vengono lesi, a causa di organi danneggiati; ai nostri figli viene predetta una prole geneticamente alterata nelle prossime due generazioni
Viviamo in una zuppa elettromagnetica
L’elettrosmog,  che comincio’ a svilupparsi con  la rete elettrica un secolo fa e che ora avvolge ogni abitante della Terra, è responsabile di molte malattie che affliggono gli esseri umani.
Nel 2007, il Bioinitiative Working Group pubblico’ un rapporto di 650 pagine, citando piu’ di 2000 studi (anche molto recenti) che dettagliano gli effetti tossici  delle frequenze elettromagnetiche (EMF) di tutti i tipi di origine. Una esposizione cronica  ad una radiazione anche se bassissima (come quella dei cellulari), puo’ causare  una varietà di cancri, danneggiare il sistema immunitario e contribuire all’Alzheimer e alla demenza, nonché a malattie cardiache e molte altri disturbi.
“Per la prima volta nella nostra storia evolutiva, abbiamo generato un ambiente totalmente secondario, virtuale  densamente complesso, appunto una zuppa elettromagnetica, che essenzialmente si sovrappone al sistema nervoso umano”, ha detto Michael Persinger, PhD, un neuroscienziato della Laurentian University, che ha studiato gli effetti delle onde elettromagnetiche sulle cellule cancerogene.
Piu’ di un secolo dopo che Thomas Edison accese la sua prima lampadina, sembra che le conseguenze sulla salute di tutta questa continua sovrapposizione, comincino solo ora ad essere documentate. (Source)

Leggi tutto...................

martedì 25 settembre 2012

5 scimmie e una banana


Prendete una gabbia che contenga 5 scimmie. All'interno della gabbia appendete una banana ad una corda e metteteci sotto una scala. 
Non ci vorrà molto perchè una scimmia inizi a salire la scala per raggiungere la banana. Non appena tocca la scala, tutte le scimmie vengono innaffiate con acqua fredda. 
Dopo un pò un'altra scimmia ci riprova, ma il risultato è lo stesso. Tutte le scimmie ricevono una doccia fredda. Dopo un pò, nessuna scimmia prova più a salire la scala.

Ora togliamo di mezzo l'acqua fredda. [...]


Togliete una scimmia dalla gabbia, e sostituitela con una nuova. La nuova scimmia vede la banana e cerca di salire la scala. Con sua sorpresa e spavento, tutte le altre scimmie le saltano addosso. Dopo un secondo tentativo e un secondo pestaggio, la scimmia ha capito che se cercherà di salire le scale verrà aggredita.
Dopodiché, togliete un'altra delle scimmie originali e sostituitela con una nuova. Il nuovo arrivato va verso le scale e viene aggredito. Il precedente nuovo arrivato partecipa al pestaggio con entusiasmo. 
Nuovamente, sostituite una terza scimmia originale con una nuova. Poi la quarta, e poi la quinta. Ogni volta che la scimmia appena arrivata si dirige verso le scale viene aggredita. 
La maggior parte delle scimmie che partecipano al pestaggio non sanno perché non le sia permesso salire la scala nè perché stiano partecipando al pestaggio dell'ultimo arrivato.

Dopo aver sostituito tutte le scimmie originali, nessuna delle scimmie presenti ha mai ricevuto una doccia fredda. Nonostante questo, nessuna scimmia si proverà mai più ad avvicinarsi alla scala per prendere la banana.

Perché no? Perché, per quel che ne sanno loro, così si è sempre fatto da queste parti.

È questo il modo in cui le politiche dei governi vengono mantenute.


(Fonte, traduzione e sottotitoli: luogocomune.net)

sabato 22 settembre 2012

22-29 settembre 2012: settimana mondiale per l'abolizione della carne

tratto da: Aboliamo la carne
 
Le Settimane Mondiali per l'Abolizione della Carne di questi ultimi due anni hanno visto svolgersi una gran varietà di iniziative in oltre cento città in un gran numero di paesi: Bahamas, Belgio, Bolivia, Brasile, Francia, Germania, Giappone, Grecia, India, Inghilterra, Irlanda, Israele, Italia, Nuova Zelanda, Olanda, Perù, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Sudafrica, Svizzera, Turchia, U.S.A., ed altri.
Azioni di sensibilizzazione, rappresentazioni di strada, comizi, cortei di protesta… Molte persone nel mondo hanno gridato a favore degli animali oppressi, rivendicando l’idea che le nostre società debbano abolire l’uccisione degli animali finalizzata al consumo della loro carne.
Una nuova Settimana Mondiale di azioni avrà luogo in tutto il mondo dal 22 al 29 settembre 2012!

giovedì 20 settembre 2012

GLI ORRORI DEI SUCCESSI MONSANTO, VISIBILI SU CAVIE


Per la prima volta, la conseguenza salutistica di un OGM e di un pesticida ampiamente usato , sono stati estesamente valutati in un test su animali alimentati per lungo tempo [con cibi OGM] ; sono seguite dettaggliate analisi come mai prima d'ora, da parte di enti ambientalistici e alimentari, governi, industrie e centri di ricerca.

I due prodotti testati sono usati molto comunemente: (i) un mais transgenico reso tollerante al
Roundup, la caratteristica condivisa  da oltre l'80% del cibo OGM per umani e animali e (ii) lo stesso Roundup , l'erbicida piu' usato sul pianeta. Il processo di approvazione regolamentare richiede che questi prodotti vengano testati su ratti quali surrogati di umani.

La nuova ricerca ha avuto questa caratteristica: 2 anni di prova di alimentazione su 200 ratti, i cui risultati sono stati monitorati su piu' di 100 parametri.


(...) i risultati , che inducono a seria preoccupazione, includono aumento e piu' rapida mortalità con effetti ormonali non lineari e in relazione al sesso. Le femmine hanno sviluppato significativi e numerosi tumori alle mammelle e problemi alla
ghiandola pituitaria e reni. I maschi sono morti principalmente per serie deficienze croniche epatorenali. Il team del Prof Seralini alla università di Cannes sta pubblicando questo studio dettagliato in uno dei giornali scientifici online di peer-review piu' imporanti a livello internazionale, per cio' che rigarda la tossicologia del cibo. Questo il 19 settembre 2012.

domenica 16 settembre 2012

ALTRO SEGNO DI FOLLIA IN GIAPPONE: APPROVATE 2 NUOVE CENTRALI NUCLEARI

tratto da: SaluteOlistica


Il governo giapponese non smantellerà le centrali nucleari.Hanno approvato la costruzione di 2 altre centrali  nucleari in Aomori e Shimane.



"Il 15 Sett 2012, Edano, Ministro dell'Economia Commercio e Industria si è incontrato con il governatore di Aomori e con i capi del governo locale nella città di Aomori ed ha approvato la costruzione e la riattivazione degli impianti nucleari a Oma (Aomori) e Shimane.


L'impianto nucleare di Oma nucleare appartiene a J-power (sono al 37.6% della costruzione) e quello di Shimane a The Chugoku Electric Power Co. Inc. (sono al 93.6% della costruzione)


Quelle costruzioni sono state bloccate a seguito del 3/11. Questa sarà la prima riattivazione di costruzione di impianto nucleare dall'incidente di Fukushima.



mercoledì 12 settembre 2012

Dieta veg contro la crisi globale

Un nuovo rapporto pubblicato dalla Stockholm International Water Institute (SIWI) dimostra che, se il mondo non adotta una dieta vegetariana entro i prossimi 40 anni, il nostro pianeta potrebbe dover affrontare crisi alimentari e problemi globali di approvvigionamento idrico di proporzioni catastrofiche.


La relazione, dal titolo Feeding a Thirsty World: Challenges and opportunities for a food and water safe world , è stato resa nota in occasione della Settimana mondiale dell’acqua 2012. Nella relazione, si fa notare che oggi quasi un miliardo di persone soffrono la fame e la sete, nonostante il fatto che pro-capite la produzione alimentare è in costante aumento da decenni. Al fine di alimentare i previsti ulteriori 2 miliardi di abitanti del pianeta terra attesi entro la metà del secolo, deve essere fatto un uso più efficiente del suolo, acqua e altre risorse di produzione alimentare.
Tutta la catena della produzione alimentare consuma acqua, ma la catena di produzione della carne consuma quantità sproporzionate. Ad esempio, per produrre un chilo di carne bovina occorrono circa 1800 litri d’acqua. Per questo motivo, la relazione conclude che gli attuali livelli di consumo di carne non sono sostenibili e porteranno alla scarsità ad acqua e  di cibo. Secondo il rapporto:

domenica 9 settembre 2012

Ex capo dell'FBI, Ted Guderson parla delle scie chimiche!

di Chiara Priorini

"Le irrorazioni mortali , altrimenti note come scie chimiche, vennero e sono tuttora spruzzate negli Stati Uniti e in Inghilterra, Scozia, Irlanda e Nord Europa.

Le ho viste personalmente non solo negli Stati Uniti, ma anche in Messico e in Canada. Gli uccelli stanno morendo in tutto il mondo. I pesci stanno morendo a centinaia di migliaia in tutto il mondo. Questo è un genocidio. Questo è veleno. Questo è omicidio da parte dalle Nazioni Unite. Questo elemento all'interno della nostra società che sta facendo questo deve essere fermato. Conosco personalmente due delle locations, dei luoghi, che ospitano gli aerei che scaricano questa merda su di noi. Quattro di questi aerei sono fuori dalla Air National Guard a Lincoln, Nebraska. E gli altri aerei sono fuori da Fort Sill, Oklahoma. Ho potuto osservare di persona gli aerei che erano fermi a terra a Lincoln, Nebraska -- alla National Air Guard. Non hanno segni di identificazione applicati sopra di essi.