martedì 27 giugno 2017

COLPEVOLE SILENZIO!

Mentre, qui da noi l'egoismo viene esaltato ed assunto a linea politica. Mentre il pensiero comune diventa terribile avvicinandoci a coloro che riempirono, e riempiono, le piazze dei Benito e degli Adolfo di ogni tempo.

Mentre l'indifferenza condanna l'umanità intera ad un trauma umiliante e necessario... in Congo si consuma, nel silenzio un genocidio senza precedenti e senza vergogna. I moralisti 2.0 con i padroni del mondo di tutto parlano, infuriandosi per una invasione inesistente, mentre l'Africa muore. Europa e USA, campioni della memoria, ipocriti da sempre ne sono complici, dove non addirittura artefici.

Purtroppo non è esagerazione ed ancor meno “timore complottistico” è una tristissima realtà che sta dietro alle ragioni vere delle migranze, anche se noi preferiamo pensare ad un'invidia generalizzata per il nostro sudato benessere.

Le colpe dell'occidente? Oltre a quelle di aver dissanguato un paese dalle immense ricchezze (diamanti, oro, stagno, gas, petrolio, coltan)è anche e soprattutto quella di aver permesso che la tragedia del Ruanda si trasformasse nel disastro epocale di una parte del Centro Africa, appoggiando ad oltranza le nefandezze del governo ruandese e permettendo un esodo senza precedenti e senza alcuna regola d'umanità. Aiutati in questo massacro che ha colpito in stragrande maggioranza donne e bambini da Uganda e Burundi. Tutti attratti dalle enormi ricchezze della Repubblica del Congo (che produce il 60% del Coltan mondiale, elemento indispensabile per componenti elettroniche di televisori, computer, smartphone e testate missilistiche) di cui i principali fruitori sono Stati Uniti ed Europa … ma tu guarda caso! 

Però dato che questo massacro fatto di di stupri ripetuti, massacri, decimazioni, bambini soldato e campi di sterminio… questa macelleria a cielo aperto appare tutta inter-africana Europa ed USA sollevano le mani, ovviamente… stando a guardare ed omettendo l'appoggio alle varie dittature congolesi, alle milizie Ruandesi e Ugandesi che questi massacri reiterati compiono fisicamente.
Certo solo i congolesi potranno risolvere il loro problema di guerre fratricide, ma Europa ed USA dovrebbero smettere, immediatamente, di armare ed appoggiare i vari governi fantoccio congolesi e di appoggiare le milizie armate di Uganda e Burundi che nutrono questo stato di guerra perenne.

6.000.000 SEIMILIONI di morti, di cui il 50% donne e bambini, non colpiscono gli europei? Non fanno notizia, non sollevano nemmeno un granello di polvere dalle nostre parti, anzi i nostri telefonini, i computer e la tracotanza della nostra presunta superiorità militare valgono molto di più delle vite di sei milioni di negri!
Il silenzio, omertoso e complice, dei media del primo mondo avvolge questo dramma epocale, ma poi chiediamoci perchè … alla fine vengono con il cappello in mano a bussare alle nostre porte!

Rosa Bruno 



6 commenti:

  1. Cara rosa mi sono permesso di riprendere e pubblicare questo tuo articolo nel mio blog. Spero non ci siano problemi. Credo sia importante diffondere. Ho letto con le lacrime agli occhi. Milioni di esseri umani ammazzati e nessuno dei media occidentali dice niente. Si parla di calcio, di stronzate varie e della vita, anzi della morte di milioni e milioni di esseri viventi niente di niente. I media italiani ed occidentali sono una vergogna per il genere umano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Attilio, dici cose tristemente vere. Mi vergogno di trovarmi in questa parte di mondo.
      Ti ringrazio per la condivisione, ne sono onorata... sentiti libero di prelevare ciò che vuoi da questo blog.
      Un abbraccio.

      Elimina
  2. Congo, Yemen, e molti altri luoghi senza i riflettori dei media puntati su di loro: morti silenziose, conflitti muti, nessuno ne parla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è così caro Daniele, solo il frastuono della stoltezza, mentre le migranze provocate dalla nostra follia ci accompagnano alla fine dell'impero, verso il medio evo prossimo venturo...

      Elimina
  3. Il fatto è che lì non c'è niente da conquistare, punto. E' già tutto "loro", punto. Perchè se ne dovrebbe parlare? E neppure è conveniente...
    Il mondo va così ma a noi NON va bene.
    Grazie Rosa. Articolo salvato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione il mondo è così da molto, troppo tempo e l'abuso di potere che "loro" rappresentano è vecchio, molto vecchio, ma noi continuiamo a dirlo anche per noi stessi, perchè la verità fa bene alle nostre anime e, non a caso, questa cosa a "loro" da così fastidio!
      Ciao Sari grazie, un abbraccio.

      Elimina

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.
Non verranno presi in considerazione gli interventi non attinenti agli argomenti trattati nel post o di auto-promozione.

Grazie.