domenica 15 gennaio 2012

Naufragio Costa Concordia: stranieri e al nero, sulle navi da crociera?

Lavoratori stranieri e impreparati sulla Costa Concordia. Ce ne sono, tra i dispersi? E la sicurezza dei passeggeri, è sacrificata al risparmio?
 
fonte: Crisis 

Ci si chiede come mai non si sia ancora riusciti a venire a capo del mistero dei dispersi sulla Costa Concordia appena affondata al Giglio (foto: infophoto). Possibile che una grande compagnia come la Costa non abbia liste chiare e pronte su passeggeri ed equipaggio? Possibile che la Capitaneria non riuscisse ad averle, che 24 ore dopo il disastro ancora non si sappia come stanno le cose?
Una risposta, francamente agghiacciante per le sue implicazioni, l'ha data un sopravvissuto a La7. Ha detto più o meno questo: "I marinai erano tutti stranieri. Non sapevano parlare né l'italiano né l'inglese, e soprattutto non avevano idea di come funzionassero le scialuppe. Gliel'ho dovuto spiegare io insieme ad altri. Erano più terrorizzati di noi". Se ne parla anche qui.
Questa testimonianza apre una prospettiva inquietante su come vengano gestite le crociere. In mano a chi sono i passeggeri? A gente competente e preparata, o a lavoratori precari presi a casaccio, senza alcuna preparazione marinara e di sicurezza? A gente che magari viene pagata chissacome, e che non risulta neppure sulle liste?
Le crociere costano straordinariamente poco, rispetto al lusso che offrono. Un albergo di quel livello costerebbe 1000 euro a notte, quanto in una crociera si paga per una settimana. Considerato che una crociera consuma anche gasolio, mentre l'albergo almeno sta fermo, dov'è che si fa il risparmio? Come si fa ad offrire prezzi quasi popolari?
Per finire, le prime immagini del disastro avevano il marchietto "Vigili del Fuoco". I sopravvissuti hanno detto che i soccorsi sono stati tempestivi ed eccellenti, a differenza dell'assistenza a bordo.
Lavoratori statali 1 - privati 0. Ancora convinti che il privato è tanto bravo perché ci fa risparmiare?
(Precisazione: sono pronta a pubblicare smentite provate sulla regolarità delle assunzioni e sull'addestramento dei lavoratori della Costa.)
Update: la marina turca ha pubblicato le carte dettagliate della rotta della Concordia. L'articolo rileva come l'enorme nave sia andata a ficcarsi tra due scogli dove azzardano a malapena i gommoni. Trovate tutto qui, davvero sbalorditivo ed inspiegabile.

______________________________________

LINK UTILI:
 






100 anni di Titanic: ecco una infografica dettagliata.

8 commenti:

  1. a vedere la nazionalità d'origine mi sembra proprio di rivedere il dramma delle torri gemelle, quanti senza nome sono morti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sebbene le dimensioni del fenomeno statunitense fossero molto più macroscopiche. Volendo si possono trovare punti di contatto...ed è agghiacciante il pensare che le leggi di questo mercato globale, siano fondate sempre di più, su una forma di schiavitù legalizzata.
      Un abbraccio Cirano, buona domenica.
      Namastè

      Elimina
  2. Per ora se la stanno prendendo con il Comandante con prime pagine dei giornali meschine, soprattutto di quelli solitamente "garantisti" per chi li foraggia.

    Aspettiamo di leggere le scatole nere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì infatti, hai ragione! E così distraggono la gente dalla sostanza di questo drammatico incidente, fatto di incompetenza e della volontà di mantenere come ormai suole negli investimenti attuali, la percentuale di profitto a due cifre, frutto di una mentalità e di un sistema...
      ...ma aspettiamo di leggere le scatole nere
      Un abbraccio Zdenek e buona domenica!
      Namastè

      Elimina
  3. Un mistero fitto questo del naufragio Costa Concordia... come al solito, un capro espiatorio e null'altro.
    E se non ci fosse stato l'"accidente" sarebbero mai venuti fuori tali scandalosi "sospetti"?
    Sempre e solo grossi interessi... a quanto pare.
    Con infinita stima e grande affetto,
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente realistico Mary, se non fosse accaduto nulla, nessuno di questi sospetti sarebbe venuto a galla, ma questo non consola, anzi fa riflettere, una volta di più, sul tipo di mondo in cui viviamo, dove ogni volta che si solleva un sasso si scopre un verminaio..
      Ricambio di cuore la stima e l'affetto.
      Namastè

      Elimina
  4. Vergognoso, non ho parole.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Max, davvero mancano le parole...
      Un abbraccio e buona giornata.
      Namastè

      Elimina

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.
Non verranno presi in considerazione gli interventi non attinenti agli argomenti trattati nel post o di auto-promozione.

Grazie.