lunedì 2 luglio 2012

E' semplice...

“Volevo solo dire che tutte le idee che hanno enormi conseguenze sono sempre molto semplici. 

La mia idea consiste tutta in questo, che se gli uomini corrotti sono collegati tra loro e costituiscono una forza, bisogna che gli uomini onesti facciano la stessa cosa. 

Vedi come è semplice”.

[Guerra e pace - Lev Nikolaevic Tolstoj]

14 commenti:

  1. Proprio ciò che intendo :) E ti farò presto leggere di un progetto concreto, qualcosa che si può fare per davvero :)

    Namastè cara Rosa

    V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto bene Vess, aspetto di leggere questo progetto allora!
      Un abbraccio carissimo :))
      Namastè

      Elimina
  2. Tutto giusto.... ma non è così facile purtroppo. Facciamo un esempio, come sempre l'unione fa la forza, ma chi lo ha capito ??? In Italia abbiamo diverse Mafie, cioè criminali organizzati ed uniti, ne tocchi uno e ti si presentano 100 sotto casa... Quale è la differenza ??? Loro instaurano Paura... Gli Onesti, mai uccideranno o minacceranno, ma agiranno con Legalità....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eppure è sempre il silenzio degli onesti che permette loro di instaurare la paura. Ed è sempre in questo silenzioso assenso ch'essi possono permettersi di arrivarti in 100 sotto casa. Se non trovassero terreno di coltura...essi non potrebbero mai prosperar.
      Un abbraccio Max, buona giornata :)
      Namastè

      Elimina
  3. Curioso anch'io di avere notizie del progetto di Vess.
    E' vero che tutte le idee che hanno enormi conseguenze sono sempre molto semplici. Quasi sempre, ce ne si accorge dopo un pò di tempo.
    Sono convinto che se, ad esempio, mettessero a disposizione tutta la tecnologia sicuramente già disponibile e tenuta segreta per vari scopi (militare, per interessi commerciali) staremmo tutti meglio. Molto meglio.
    Pensa ad internet che nacque come segretissimo sistema di comunicazioni tra università che si occupavano di segreti militari. Pensa al gps (quello dei navigaroi satellitari) nato esclusivamente per capire esattamente dove si trovava l'obiettivo nemico.
    Ciao Rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chissà cos'altro, nascondono nelle segrete stanze. Non oso immaginare, ma il tuo, caro Gianni, è solo un esempio di quanto si potrebbe davvero cambiare se solo si avesse l'ardire di essere davvero "massa critica".
      Il potere agisce in netta minoranza, da sempre... solo, ha l'accortezza di apparirci sempre monolitico e inapprocciabile.
      Un fortissimo abbraccio :)
      Namastè

      Elimina
  4. Com'è bella questa frase, cara Rosa!
    E' una carezza per l'anima.
    Ciao:)
    Lara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ed anche un respiro di speranza, in tempi in cui sperare non è facile.
      Un abbraccione cara Lara :)
      Namastè

      Elimina
  5. Fu un grande, sincero utopista, Tolstoj!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' verissimo Adriano :)
      Buona serata.
      Namastè

      Elimina
  6. Ciao Rosa condivido in pieno i tuoi commenti ma purtroppo non vi è più niente di semplice ... hanno contorto ogni cosa.
    Per esempio come si può definire una persona onesta, quella che rispetta le leggi dello Stato e delle Chiese? Se tutto è falso ne consegue che anche il nostro concetto di onestà è falso e forse sarebbe meglio definirla come accettazione della schiavitù ... Osho ad esempio ci invita ad essere "ribelli" per poter acquistare la vera libertà.
    Oltre ad essere tutto complicato (cosa è giusto mangiare? che tipo di medicina usare? chi ci governa veramente? e via all'infinito) in modo tale da creare una "torre di babele", l'avidità e la vanità (tipici di chi vuole il potere) sono purtroppo sentimenti trasversali (così in alto così in basso) ... sono troppo poche le persono che "sentono" che esistono anche gli altri: questo è l'unico vero grande problema per raggiungere la massa critica; fino a che ci saranno nemici LORO gongoleranno. La bugia più grande è che non vi sia spazio e risorse per tutti con la conseguenza che si è sempre "in lotta" con tutti mentre pochi se la spassano alla grande (tanto c'è la partita in tv).
    Solo superando tutte le nostre divisioni di ideologia, religione, razza classe sociale e sesso e rinunciando alla competizione come molla delle nostre relazioni vi è la possibilità di provare a concepire una società migliore: una società circolare organica dove ognuno da quello che è portato a dare per il benessere generale senza costrizioni e senza sacrificio ma per vera convinzione.
    Continuano a dirci che sarebbe noiosamente mortale una società veramente pacifica (pensa a quello che dice l'agente Smith a Morfeus nel primo matrix) bombardandoci inoltre con film violenti in ogni senso e che stimolano i sensi più bassi ... migliaia di anni fa hanno distrutto le società gilaniche e da allora si oppongono in ogni modo al loro ritorno.
    Namastè

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie innanzi tutto per il tuo bellissimo commento...è cosa di cui abbiamo parlato molto e molte volte. Il fatto che vogliano convincerci della assoluta necessità della complicazione non rende meno vero che nella semplicità stia la migliore risposta.
      E', purtroppo sin troppo vero che coprono con la loro "cultura" inventata quella che dovrebbe essere l'antico sapere trasmesso.
      Siamo asserviti ad esigenze, necessità e desideri non nostri e non reali. Nella maggioranza dei casi li chiamiamo persino bisogni. Non parlo ovviamente di coloro che sono svegli, ma della stragrande maggioranza che non vede e non vuole vedere.
      "Torre di Babele" la chiami tu e mi sembra una definizione indicata...una infinità di messaggi diversi, contrastanti, relativizzati per coprire, nella confusione, i loro disegni reali certo, ma anche la Semplicità assoluta dell'alternativa.
      Grazie ancora caro amico, un abbraccio.
      Namastè

      Elimina

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.
Non verranno presi in considerazione gli interventi non attinenti agli argomenti trattati nel post o di auto-promozione.

Grazie.