giovedì 30 giugno 2011

Incubo nucleare - A Fukushima radioattività nelle urine



Tracce di cesio 137 sono state rinvenute nelle urine di 15 persone residenti al di fuori della no-entry zone. Tutti siamo potenzialmente a rischio, perché il cesio si fissa nei tessuti e contamina la catena alimentare. Ed è dimostrato il passaggio dalla placenta al feto.

8 commenti:

  1. Adriano caro, davvero non c'è fine...temo :-((

    Abbraccione
    Namastè

    RispondiElimina
  2. Veramente peggio di un incubo!

    RispondiElimina
  3. Sì Selene... e dal quale non ci sveglieremo, considerando l'inevitabile ed inesorabile "effetto domino" :-((

    Un abbraccio^^
    Namastè

    RispondiElimina
  4. il futuro non è scritto ;il destino lo costruiamo con le nostre mani

    RispondiElimina
  5. @Dayton
    noi contribuiamo certamente e le nostre scelte determinano in gran parte il percorso.
    L'essere umano sceglie e la possibilità diviene un futuro concreto, la nosta superbia ha determinato quel che sta avvenendo e la nostra follia continua in Europa ed in giro per il mondo.

    Un saluto e un abbraccio
    Namastè

    RispondiElimina
  6. Dove ci sono fughe radioattive là non si vive più... Per sempre, non per qualche mese o anno! :-(

    RispondiElimina
  7. Esatto Giulio! È così, checchè vogliano farci credere gli "esperti" :-(((

    Abbraccio^^
    Namastè

    RispondiElimina

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.
Non verranno presi in considerazione gli interventi non attinenti agli argomenti trattati nel post o di auto-promozione.

Grazie.