lunedì 27 giugno 2011

Operazione militare ad Alta Velocità

fonte: Megachip
di Felice Fortunaci

«Sono in mezzo ai lacrimogeni, qui in Val di Susa, in un clima che in tutto ricorda il G8 di Genova». La voce di Giulietto Chiesa ci giunge concitata. Le forze dell’ordine – forze di un ordine di tipo militare - sono intervenute con un soverchiante dispiegamento di mezzi e di uomini armati. Le barricate dei valligiani e del popolo NoTAV, di fronte a un’invasione di queste proporzioni, migliaia di uniformi, cedono terreno. «Ogni punto critico della rete stradale, ogni altura strategica sono ora controllati da gruppi in armi», riferisce Chiesa.

Qua e là ci sono già stati contatti fisici. L’impostazione pacifica del presidio NoTAV aiuta ad evitare il peggio, ma il volto dello Stato si presenta con molta violenza. La profezia di Piero Fassino, che preconizzava lo sfondamento delle difese territoriali con tutti i mezzi, per il momento si adempie. I grandi interessi che stanno dietro questa Grande Opera inutile, dispendiosa e devastante, hanno referenti bipartisan e sperano di poter avviare i lavori. Possiamo fare anche noi una profezia: come per il nucleare, la follia di questo progetto sarà rigettata.

http://www.megachip.info/tematiche/beni-comuni/6391-operazione-militare-ad-alta-velocita.html 

 SEGUE IL COMUNICATO DI ALTERNATIVA



Alternativa con i NoTav

notav-alternativa02Hanno attaccato.
Hanno deciso di usare la forza contro la protesta pacifica e democratica dei NOTAV in Val di Susa.
Adesso i media sono pieni di immagini degli "scontri". Ma a scontrarsi con la polizia è stato il solito piccolo gruppetto di incappucciati vestiti di nero, che salta fuori ogni volta che la polizia si scatena.
I cittadini della Val di Susa difendono il proprio territorio da un'opera devastante e costosissima. E lo fanno in modo pacifico e disarmato.
La polizia li ha brutalmente sfollati. Si tratta di una scelta gravissima, che mostra quanto poco importi al ceto politico la volontà di chi abita un territorio e vuole preservarlo e difenderlo.
Alternativa, il laboratorio politico fondato da Giulietto Chiesa, esprime piena solidarietà al popolo della Val di Susa e alla sua lotta, e chiede che tutte le forze democratiche del paese si mobilitino per imporre la fine immediata dell'intervento della polizia, e il rispetto della volontà popolare.

Laboratorio Politico "Alternativa" - fondato da Giulietto Chiesa.


Domani mattina 28 giugno Giulietto Chiesa commenterà la vicenda NoTAV per la trasmissione UnoMattina su Raiuno direttamente da Chiomonte, in Val di Susa.

18 commenti:

  1. Ciao! Questa notizia, non farà bene al Popolo,noi non siamo abituati a questo,circondare una zona con persone armate...diventerà un ostilità a Tutti,con la prepotenza di dire...comandiamo noi ...

    Dove andremo? Ancora una volta...capita un qualcosa di aspro...Ci domandiamo...Cosa possiamo fare per aiutare questi Nostri Fratelli? Sono Soli? La costituzione...se si dice di essere fieri...della vostra Italia... allora sarete pronti a muovere ogni cosa che genera aiuto,sostegno,accoglienza, fatevi spiegare bene cosa accadrà se faranno quel lavoro inutile... queste persone devono essere aiutate da tutti Noi...Bravi questi Italiani...combattono la salvaguardia del loro ambiente...sono speciali... dire e fare ...sono due cose distinte...

    Non lasciamoli soli... facciamo girare la notizia a Tutti... il Popolo è sovrano... sono Italiano...e noi siamo un Gran Popolo...amato da molte Nazioni...l'Italia non è la politica... L'Italia sa amare...ma non ha ancora trovato chi incomincia per primo ... siamo folli nella Giustizia... Amorevole... Non odiare chi è armato al momento... non giudichiamo in modo frettoloso la scena...ma chi si nasconde a dietro......la violenza genera follia.. corrono per accumulare materia ...fatta di cenere.

    Siamo presenti con noi stessi... riuniamoci tutti... via l'Inganno... e tutto si calmerà... Dolbyjack!

    RispondiElimina
  2. Di più Ernest, anche se non mi viene una parola abbastanza forte per definirlo...
    ...una vergogna totale!!!

    Namastè

    RispondiElimina
  3. No Dolbyjack, non fa bene a nessuno. Certo non giudichiamo, ma le manganellate ed i lacrimogeni fanno male ed il potere ne ha abusato...siamo tutti Uno, ma qualcuno sta cercado con la forza di mantenerci divisi.
    Non lasciamo soli i valsusini, stanno lottando per tutti noi!

    Ti abbraccio ^__^
    Namastè

    RispondiElimina
  4. destra e sinistra al livello istituzionale la TAV la vogliono tutti...speriamo di resistere qua giù contro il Ponte.....

    RispondiElimina
  5. Solidarietà TOTALE con i NoTAV!!!

    RispondiElimina
  6. Cirano, sì tutti d'accordo per l'Europa degli affari :-((
    Il ponte però non è una iniziativa europea fortunatamente, non ancora, qualcosa si può ancora fare, resistete, resistere...

    Abbraccio^^
    Namastè

    RispondiElimina
  7. @ruhevoll, certamente sì!
    Ed è importante continuare a parlarne, già oggi i giornali tutti, raccontavano quel che conveniva, difediamo la verità.

    Un abbraccio^_^
    Namastè

    RispondiElimina
  8. E' da stamani che seguo le notizie, siamo un paese incivile.
    E tutto per ingrassare qualche ricco consiglio di amministrazione di una azienda privata francese.
    Siamo ancora messi molto male.
    Buona serata Rosa, e a tutti
    Namastè

    RispondiElimina
  9. @Paolo
    Eh sì amico mio, siamo messi malissimo, il potere ci sta dando un esempio del medioevo prossimo venturo, in cui i diktat verranno molto semplicemente imposti...senza troppe discussioni.

    Una serata buona a te!
    Namastè

    RispondiElimina
  10. La Tav e' una squallida speculazione, ma un po' di non violenza in più non guasta!

    RispondiElimina
  11. Il referendum insegna che una grande mobilitazione civile può cambiare le cose: non disperiamo!

    RispondiElimina
  12. Adriano, questo è vero, ma sappiamo tutti in che modo giornali e TV facciano informazione e perchè.
    Ed in questo caso poi, troppi sono gli interessi perchè la verità non venga distorta :-(

    Abbraccio
    Namastè

    RispondiElimina
  13. No Sara, non disperiamo...e non lasciamo soli i valsusini.
    Chi può vada lassù con loro!

    Un abbraccio^^
    Namastè

    RispondiElimina
  14. "Ma a scontrarsi con la polizia è stato il solito piccolo gruppetto di incappucciati vestiti di nero"...

    A chi ha scritto questo vorrei ricordare che la polizia picchia anche le donne inermi, e di notte come accadde nel 2005 a Venaus http://www.unimondo.org/Guide/Ambiente/Mobilita/Tav-blitz-a-Venaus-con-feriti.-sciopero-in-valle, e nel 2010 quando avevamo qui Spartaco Mortola (da Genova, ricordate? http://ultimobandito.blogspot.com/2010/02/spartaco-mortola-da-genova-alla-valle.html), che è appena stato nominato capo della Polfer di TO, nonostante si debba attendere la Cassazione per sapere se per 5 anni non potrà accedere a incarichi di pubblico ufficio (che persino i sindacati di polizia hanno protestato)!

    Così come a dirigere le operazioni ci siano sempre quegli stessi (Petronzi, Digos http://torino.repubblica.it/cronaca/2011/06/27/news/in_campo_2mila_uomini_met_sono_poliziotti-18265649/) che 13 anni fa - perché è da allora che in Piemonte e soprattutto a Torino si parla di Tav e si criminalizza una parte di oppositori - portarono alla morte due ragazzi innocenti...
    http://italy.indymedia.org/news/2005/11/926703.php

    Ciao, Rosa, scusa: mi assumo la responsabilità di quello che sto dicendo, dato che lo vedo da vicino!

    RispondiElimina
  15. Ciao Angie, le relazioni che i giornali riportano sin troppo spesso sono la versione che fa "comodo" al potere.
    Solo chi le ha vissute e le vive direttamente può testimoniare quindi ritengo la tua una forma di testimonianza.
    Soprattutto su tematiche come la Tav, dove gli interessi sono trasversali e portati avanti sia a dx che a sx, quella che rischia di rimanere fuori della porta è proprio la verità.
    Non ci si aspetti quindi che essa ci venga raccontata da questo o da quel giornale.
    Chiedetela a chi c'era.
    Grazie Angie!
    Un abbraccio solidale^^
    Namastè

    RispondiElimina
  16. Ahimè e il sindaco Fassino poi...

    RispondiElimina
  17. Ciao Annamaria! Sono appena passata da te per lasciarti un abbraccio che tempismo!!!

    Per quanto riguarda Fassino..... :-(((

    Un abbraccio^^
    Namastè

    RispondiElimina

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.
Non verranno presi in considerazione gli interventi non attinenti agli argomenti trattati nel post o di auto-promozione.

Grazie.