mercoledì 23 maggio 2012

Osho...senza aspettative

Vivi senza aspettative. 
Affrontare la vita con aspettative porta inevitabilmente alla frustrazione, sempre e comunque.  

L'aspettativa è la causa alla radice della frustrazione. 

Solo se ti muovi senza aspettative, troverai qualcosa; altrimenti la tua mente pretenderà sempre qualcosa, si aspetterà sempre qualcosa: "Questo dovrebbe essere così, e quello dovrebbe essere cosà". 

E nel mondo nessuno deve in alcun modo, corrispondere a ciò che tu pretendi, esigi, consideri giusto.

Osho

16 commenti:

  1. facile dirlo, difficile farlo
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai che è possibile!

      Buona giornata Michele :)
      Namastè

      Elimina
    2. fai del tuo meglio , acetta il risultato ,sii sereno, namastè

      Elimina
    3. Proprio così Federico!
      Namastè

      Elimina
  2. Anch'io devo ancora capire come riuscirci: ovvero come è possibile cambiare la propria vita senza farsi aspettative? Esempio: se vado a vivere in un posto nuovo è perché penso possa stare meglio di dove sono ora e l'aspettativa è automatica. Sono sicuro che si può fare, ma che fatica!! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'aspettativa ma l'azione creativa. Vivere senza aspettative non significa non fare, tutt'altro. Secondo me vuole dire fare quel che è giusto e che serve nel momento in cui serve e perchè è utile lì ed in quel momento.
      E' naturale pensare che esista un domani ed è giusto, a mio parere, agire per renderlo possibile e migliore...ma è proprio il meccanismo del desiderio-aspettativa che va trsformato in azione nel presente.
      Un abbraccio :)
      Namastè

      Elimina
    2. Grazie Rosa!
      Un abbraccio a te :)
      Namasté

      Elimina
    3. Ma di cosa EpiNeo....grazie a te! :)
      Namastè

      Elimina
  3. Come non condividere queste parole? Ma non è così semplice attenersi a questa regola, anzi direi che è difficilissimo. E questo perché la nostra vita è infarcita di attese ed aspettative verso quello che accadrà, direi in modo istintuale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che proprio perchè cerchiamo la difficoltà, supponendo d'essere superiori, finiamo per essere incapaci di fare quello che, in realtà, è del tutto naturale, siamo "coperti" dall'educazione sistemica, incapaci di vivere ed infatti, siamo circondati dal disastro e dalla disperazione.
      Come spesso accade, nel percorso umano, rendiamo difficili ed impossibili le cose più semplici.
      Un abbraccio Ambra.
      Namastè

      Elimina
  4. Con il Cuore di un ragazzo alla scoperta dell'io...con lo sguardo di un bimbo curioso...con il desiderio di creare ogni giorno nuove opportunità di crescita..
    Niki

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente Niki! Come bambini, aperti alla possibilità, ma presenti all'adesso...ed allora sapremo vedere anche quello che normalmente non vediamo.
      Un abbraccio!
      Namastè

      Elimina
  5. Un po' simile a Schopenauer che diceva di raggiungere l'ascesi cioè vivere smettendo di desiderare... Impossibile :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè impossibile? Non sono d'accordo...il desiderio è sofferenza. l'aspettativa e la supposizione sono trappole della mente e di Maya...non necessariamente ascesi, il Buddha parla della via mediana.
      E' un modo di porsi di fronte al fluire della vita, non serve una disciplina per vivere. Per ascendere forse, ma non per vivere.
      Sono le aspettative che creano la mancanza. Certo il mondo che ci circonda non è così, ed infatti siamo in Kaliyuga, ma non significa affatto che sia giusto.
      Un abbraccio.
      Namastè

      Elimina
  6. SE LA M0NTAGNA NON VA A MAOMETTO ,MAOMETTO VA ALLA MONTAGNA,
    ERA COSI MI SEMBRA?
    CIAO ROSA!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì...aspettare la montagna è una scelta destinata al fallimento quindi alla sofferenza, camminare verso di essa, invece, è azione creativa...e ti permette di scoprire l'intorno e le infinite possibilità.
      Un abbraccio.
      Namastè

      Elimina

La moderazione dei commenti è stata attivata. Tutti i commenti devono essere approvati dall'autore del blog.
Non verranno presi in considerazione gli interventi non attinenti agli argomenti trattati nel post o di auto-promozione.

Grazie.